Dien Bien Phu, tra carri armati e motorini

Dien Bien Phu è una piccola cittadina che sorge nella valle di Muong Thanh, circondata da risaie, piccole colline, carri armati, mitragliatrici e infiniti motorini.
È molto importante dal punto di vista storico, infatti qui, il 7 Maggio 1954 le forze coloniali francesi vennero sconfitte dal Viet Minh in una battaglia decisiva, e da quel momento il loro impero in Indocina ebbe i giorni contati.

La principale attrattiva della città è costituita, ovviamente, dalle testimonianze storiche della guerra con i francesi: bunker e musei militari!
Il Museo di Dien Bien Phu, (ingresso 15.000 VND p/p), è un museo molto interessante che illustra e commemora la battaglia del 1954; all’interno si osservano vari reperti di guerra: armi, una bicicletta in grado di trasportare 330 kg di artiglieria e una grande quantità di fotografie e documenti. Le didascalie sono tradotte sia in inglese che francese.

Di fronte si trova il Cimitero che commemora le vittime vietnamite della battaglia.
Su ogni lapide è visibile la stella d’oro della bandiera vietnamita, insieme ad alcuni bastoncini d’incenso.




Accanto al cimitero abbiamo visitato un altro sito storico, la Collina A1, (ingresso 15.000 VND p/p), che rappresenta una ex postazione militare dei francesi.
Qui si osservano carri armati e il sistema di trincee, utilizzato dai francesi per difendersi.
È molto particolare, passeggiare tra i sentieri della collina, circondati da splendidi fiori colorati e osservare strumenti di guerra, una contrapposizione particolare. Abbiamo anche osservato un cratere enorme dato dallo scoppio di una bomba, molto suggestivo!

Il sito storico, che abbiamo fotografato solo dall’esterno è il Bunker del Colonello de Castries, essendo una ricostruzione del quartier generale, abbiamo deciso di saltarlo, (ingresso 15.000 VND p/p).
Comunque passeggiando per la città non è raro osservare vecchi carri armati e mitragliatrici, tutti cimeli della guerra.

L’ultimo monumento che visitiamo è il Monumento della Vittoria che si innalza sulla città. (ingresso 15.000 VND p/p) Per raggiungerlo, bisogna salire parecchi gradini, ma la vista sulla città e sulle colline, avvolte nella nebbia, è impagabile.

Tutti i siti storici citati seguono il seguente orario: dalle 7:00 alle 11.30 e dalle 13:30 alle 17:00.

Il mercato, vicino all’antico Ponte Muong Thanh, dove passano solo scooter e biciclette, è un insieme di bancarelle che vendono frutta, verdura e carne essiccata. Molte donne che arrivano dai villaggi circostanti a vendere i loro prodotti, indossano ancora gli abiti tradizionali.
La particolarità è osservare i vietnamiti non scendere mai dal motorino mentre fanno la spesa, caricano lo scooter o la bicicletta con innumerevoli pacchi e buste.

Non si incontrano molti turisti a Dien Bien Phu e le persone quando ti incontrano per strada ti guardano ancora con stupore, ti sorridono gentilmente e provano a chiacchierare con te, nonostante pochissimi conoscano un’altra lingua.
Per noi è stato molto interessante iniziare proprio da qui il nostro viaggio in Vietnam, la battaglia di Dien Bien Phu rappresenta per i vietnamiti, la sconfitta irreversibile del colonialismo occidentale francese e schivare motorini e carri armati è stato molto divertente!

Dien Bien Phu, tra carri armati e motorini ultima modifica: 2016-08-17T12:00:36+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... Vietnam
Come ottenere il Visto del Vietnam a Vientiane (Laos)

Durante la nostra permanenza in Laos (Luglio 2016), sapevamo di dover ottenere il visto del Vietnam, perché il nostro soggiorno sarebbe...

Chiudi