Escursione a Phuket in scooter

Per apprezzare al meglio le bellezze dell’isola di Phuket, bisogna sicuramente noleggiare uno scooter, noi come sempre abbiamo affittato lo scooter dalla nostra guest house, un ringraziamento va a Simone (“The Clan Guest House” di Patong) per avercelo prestato gratuitamente per due giorni interi.

DCIM101GOPRO
Le #2caprenelmondo alla scoperta di Phuket

Le strade qui a Phuket, rispetto all’Indonesia sono migliori, non ci sono buche e sono molto più larghe, un altro aspetto importante è che sono molto meno trafficate.
Noi alloggiavamo a Patong, una buona base per esplorare tutte le altre spiagge vicine, considerate che l’isola ha un diametro di circa 60 Km.
Inoltre anche a Patong si trova una grande spiaggia bianca, dove è piacevole rilassarsi ed osservare i vari turisti crogiolarsi al sole con i loro costumi succinti. Qui si possono praticare vari sport di mare come la moto d’acqua e il paracadute spinto da un motoscafo.




Il primo giorno abbiamo visitato la parte nord, partendo da una splendida baia, Laem Sing Beach, che si accede scendendo un sentiero tra i boschi. Questa spiaggia è circondata da scogliere e rimane molto appartata; vi consiglio di andare al mattino presto per non incontrare troppi turisti. Dall’alto il panorama è ancora più bello. Ingresso 20 THB p/p.

IMG_7769
Patong beach
IMG_8049
Laem Sing Beach

Dopo abbiamo oltrepassato altre cittadine che si affacciano sul mare, con splendidi resort, alberghi e spiagge dalla sabbia bianca, come Bang Thao Beach.
In questa zona lontano dal trambusto della cittadina si trova una zona di spiaggia bianca affacciata sul mare turchino, un vero paradiso.
Da qui inizia il parco nazionale di Sirinat, che comprende varie splendide spiagge, come Nai Thon, dove ci siamo fermati un’oretta per fotografare la spiaggia.

IMG_8128
Isola di Bang Thao Beach

Nel pomeriggio, dopo aver consumato un buon pranzo a base di Pad Thai, decidiamo di visitare il tempio Wat Chalong che si trova vicino alla città di Phuket.
L’entrata è gratuita ed è davvero piacevole visitare questo tempio con i Buddha dorati e gli splendidi affreschi disegnati sulla parete. Per entrare nel tempio bisogna avere coperte le gambe e le spalle, se non avete un sarong, vi viene prestato all’entrata del tempio.

A pochi chilometri di distanza, su per una ripida salita, c’è il Grande Buddha che è visibile da quasi tutta dell’isola.
Questo grande monumento sorge su una collina da dove si hanno splendide vedute dell’isola di Phuket.
Il Buddha è circondata da impalcature dove si osservano gli operai intenti a lavorare. All’interno invece ci sono vari monaci che pregano attraverso le cantilene e un monaco che, dopo avergli dato una cospicua offerta, ti benedice.

IMG_8179
Wat Chalong di Phuket
DCIM101GOPRO
Le #2caprenelmondo nel Wat Chalong
DCIM101GOPRO
Le #2caprenelmondo a tu per tu con il Grande Buddha di Phuket

Il giorno seguente ci dirigiamo verso la zona sud di Patong, prima però decidiamo di visitare la città vecchia di Phuket dove, recentemente, sono stati ristrutturati le vecchie shop house, trasformandole in piccoli ristoranti o gallerie d’arte, in particolare nella “Strada della Felicità”  Inoltre si ammirano splendide palazzi in stile coloniale come la Standard Chartered Bank, la più antica banca estera.
Sicuramente se camminerete nell’antica Phuket, vi accorgerete che c’è una leggera somiglianza con la Penang malesiana.

IMG_8403
Edifici della strada della felicità

Dopo ci dirigiamo verso Old Lighthouse, il “vecchio faro” dove si ha una splendida vista sul mare delle Andamane, (da qui si possono osservare ottime albe e ottimi tramonti), ma prima facciamo una piccola deviazione a Rawai Beach, per cercare il villaggio degli zingari, qui rimaniamo delusi, perché oltre a non trovarlo, sembrerebbe che nessuno del posto lo conosca!

Proseguendo il nostro viaggio nella parte meridionale dell’isola, la prima spiaggia che visitiamo è Ya Nui, una piccola spiaggia riparata da vari scogli. Vicino si trova la Nai Harn Beach, dove ci fermiamo per fare il bagno. Questa immensa spiaggia, nel periodo dei monsoni, è caratterizzata da grandi onde.
Per tornare verso Patong, percorriamo una strada panoramica, dove si ha una splendida vista dell’isola, qui ci si può fermare a scattare qualche foto dal Karon View Point, oppure proseguire sempre in moto fino alla splendida spiaggia di Kata!

IMG_8426
Vecchio Faro
IMG_8430
Ya Nui Beach
IMG_8444
Nai Harn Beach, il tempo nuvoloso non rende grazia a questa meravigliosa spiaggia
IMG_8462
Vista dal Karon View Point
Escursione a Phuket in scooter ultima modifica: 2016-05-06T13:00:49+00:00 da Idea Nomade
Posted on: 06/05/2016

Rispondi

Altro... Itinerari in scooter, Noleggio Scooter, Thailandia
Phi Phi Island: tutto quello che c’è da sapere!

Quando si nomina Phi Phi Island, non si può fare a meno di pensare al film di Leonardo Di Caprio:...

Chiudi