Come noleggiare uno scooter in Thailandia

Se volete girare autonomamente e in maniera divertente, vi consigliamo di noleggiare uno scooter in Thailandia. Qui, come nel resto dell’Asia, lo scooter o la motocicletta sono un l’equivalente della nostra bicicletta, infatti ogni cittadino o bambino ne possiede uno.

noleggiare uno scooter in Thailandia

Gli scooter tailandesi, a differenza delle nostre due ruote arrivano dappertutto e possono portare qualsiasi cosa, quindi non spaventatevi se vedete 4 o 5 persone a bordo di un motorino, o qualcuno che porta galli, polli e scope nel bauletto posteriore.




Io ho avuto il piacere, durante il mio viaggio intorno al mondo, di stare in sella ad uno scooter, per circa una settimana e devo dire che un po’ di esperienza me la sono fatta, senza contare anche quella indonesiana.

Ho gironzolato tra Phuket, Chiang Mai e Chiang Rai ed in tutto ho percorso quasi 800 Km, inoltre girovagando in rete si trovano ben poche informazioni in italiano su come noleggiare una moto o uno scooter in Thailandia, quindi proviamo a fare chiarezza…

Ho bisogno della “patente internazionale” per noleggiare uno scooter in Thailandia?

La risposta è sì! E’necessario una patente di guida internazionale per poter guidare in Thailandia.
Ricordatevi, ogni qualvolta che noleggerete uno scooter in Thailandia, all’agenzia non importa una sega se voi avrete o meno la patente, al contrario alla polizia invece dovrete sempre mostrarla, accompagnata dal vostro passaporto (la copia va bene), dalla patente italiana e dai documento dello scooter (controllate bene che ci siano sempre prima di partire, nel caso non ci fossero richiedeteli!)

I tutta la Thailandia, è comune trovare posti di blocco, particolarmente nei posti di confine e nelle località di mare. I poliziotti fermano tutti in maniera indiscriminate, ma se avrete tutti i documenti, non avrete nessun tipo di problema, generalmente la polizia non è corrotta, in casi specifici esiste anche la polizia turistica (tel.1155).

Fate attenzione perche in Thailandia c’è l’obbligo d’indossare il casco, in caso verrete sorpresi senza, verrete multati e accompagnati dal primo rivenditore per acquistarne uno!

Quanto costa noleggiare uno scooter in Thailandia?

Dipende molto da quanto tempo si ha intenzione di affittarlo. Ovviamente, più lungo è il periodo e più economico sarà il prezzo finale.

Tuttavia, è incredibilmente economico rispetto ad altri posti nel mondo. Io ho affittato sempre a cambio automatico, ai seguenti prezzi: Phuket, cilindrata 125 di cilindrata  per 2 giorni a 0€, grazie a Simone della Guest House The Clan,  IDR; Chiang Mai, cilindrata 100 per 3 giorni a 450 THB, nella Guest House; Chiang Rai, cilindrata 125 (scooter nuovo di zecca) a 400 THB per 2 giorni in agenzia.

Se cercate moto o scooter di cilindrata il prezzo potrebbe salire notevolmente, ma se lo affittate per settimane o mesi, in quel caso sono previsti sconti.


Quando dovrete firmare il contratto, controllate sempre che ci sia scritto tutto, e che sia scritto possibilmente anche in inglese, ad esempio se lasciate un deposito cauzionale (il valore è variabile da 2000 a 5000 THB, dipende dalla motocicletta), controllate che la cifra esatta sia riportata sul contratto, onde evitare spiacevoli sorprese alla riconsegna del mezzo.


Inoltre non lasciate mai e poi mai, il vostro passaporto originale all’agenzia, perché in quel caso sarete sempre ricattabili! In caso di controversia, loro hanno un documento che senza il quale, difficilmente voi ritornereste a casa…!

IMG_0366
Esempio di contratto: come noleggiare uno scooter in Thailandia

E l’assicurazione…?
Questa è un’altra storia. La risposta è: nessuno vi assicurerà! A mio modesto parere è stupida farla, ma se volete essere ugualmente coperti per non passare dei brutti mal di pancia, vi lascio alla Siam Solution Insurance, potete leggere meglio qui alcuni dei loro esempi di copertura assicurativa.

Cosa fare in caso d’incidente?

Beh, in realtà dipende dalla gravità dell’incidente e da quello che è successo. Se c’è un danno allo scooter, dovrete provvedere voi stessi alle riparazioni, se avrete creato danni alla proprietà di qualcun altro, anche in questi casi dovrete pagarli.

Se avete un contenzioso con un altro motociclista o con un’altra persone, dovrete chiamare la polizia, ma ricordatevi che voi siete occidentale e turista, quindi, con ogni probabilità, nessuno vi aiuterà…

Dove posso noleggiare uno scooter in Thailandia?

In ogni zona turistica della Thailandia si può affittare uno scooter. Per me, la cosa migliore da fare, è di affittarlo sempre direttamente nel luogo dove alloggiate.
Otterrete con ogni probabilità il miglior prezzo e le migliore garanzie. Tuttavia, se alloggiate a Phuket, troverete un numero incalcolabile di agenzie a noleggio.

Prima di accettare ogni richiesta e mettervi in moto, controllate bene il mezzo e se non siete sicuri, richiedete delucidazioni al responsabile, magari fate anche delle foto al mezzo se trovate righe e bolli!


Gli scooter che si possono noleggiare in Thailandia sono principalmente 4:
Dream (Honda),cambio manuale è anche il più economico;
Wave (Honda),automatico;
Click (Honda), automatico è anche il mio preferito;
Scoopy (Honda), automatico.
Se ne trovati altri, come i Yamaha, ma generalmente sono più cari!

IMG_0601
Il mio Click 125 della Honda di Chiang Rai

Quanto costano benzina e parcheggio?

La benzina è a buon mercato, cioè se siete viaggiatori low cost, il costo del carburante non influirà per niente sul vostro budget. La cosa migliore da fare, è rifornirsi sempre, alle stazioni di rifornimento, il prezzo è di circa 25 THB (cioè 0,65€) al litro e avrete il vantaggio di decidere voi quanta metterne. Ma se vi trovate a Phuket e siete lontani da una stazione di rifornimento, con ogni probabilità avrete bisogno delle bottiglie di benzina.

Una bottiglia da 1,0 litro può costare tra i 40 THB e i 50 THB e molte delle volte viene allungata con l’acqua, quindi occhio!


Al nord del paese, una valida alternativa alle bottiglie è quella di affidarsi alle pompe di benzina automatiche, si trovano ovunque anche nelle lavanderie, basta inserire l’importo (accettano sia banconote che monete) e scegliere il tipo di benzina.


In Thailandia esiste ancora la differenza tra benzina 91 e 95 ottani, voi necessitate di quella a 91 ottani!

IMG_8633
Pompa di benzina automatica

Nel 99% dei casi, i parcheggi sono sempre gratuiti! Io in una settimana, non mi ricordo mai di aver pagato per parcheggiare lo scooter.

E’ sicuro viaggiare in scooter in Thailandia?

Viaggiare in Thailandia in moto è bellissimo. Guidare qui è facile e il più delle volte tranquillo, nella zona del Triangolo d’Oro, ho guidato per chilometri senza nessun altro veicolo, ma ci sono cose a cui dovete stare ben attenti: i Thai generalmente sono distratti. 

Di sicuro non consiglierei mai a nessuno, di noleggiare uno scooter in Thailandia, se non lo ha mai guidato prima e non ha un minimo di esperienza.
Il traffico sostenuto, la guida a sinistra e le strade accidentate possono giocare brutti scherzi ed io ho visto tanti ragazzi e ragazze cercare soccorso in farmacia, con escoriazioni e arti rotti!

Per prima cosa, indossate sempre il casco, anche se tra gli occidentali e i turisti vige la moda di viaggiare senza, niente di più sbagliato!

Il secondo consiglio importante é: andare piano, usare sempre le frecce direzionali e clacson! Se piove è meglio fermarsi e aspettare che il temporale passi, in media durano solamente un’ora o poco più. I limiti di velocità sono variabili da 10Km/h per le strade private, fino a 80Km/h, comunque calcolate una media di 35 Km/h. Quando guidate cercate di porre attenzione in modo particolare ai cigli delle strade, perché è facile che sbuchi fuori all’improvviso un bambino, una scimmia o nei peggiori dei casa anche un camion, di solito i tailandesi amano buttarsi in strada senza guardare!


Furti di motorini pressoché nulli, anche se in alcune isole esistono truffe tra il noleggiatore e bande organizzate, quindi informatevi sempre bene dove lo noleggiate, magari leggete se ha recensioni.


Io ho sempre viaggiato con il cellulare (che ho utilizzato come GPS) e con la GoPro sulle tasche frontali dello scudo mai nessuno ha tentato di rubarci qualcosa.

Alcuni itinerari da fare con lo scooter in Thailandia?

Prima di lasciarvi alla nostra e semplice raccolta delle nostre escursioni della durata di un giorno con partenza da Phuket, Chiang Mai e Chiang Rai, cioè il riassunto dei nostri viaggi sulle due ruote, vi lascio due consigli utili:
-in Thailandia raramente troverete il cartello “divieto d’accesso”, il quale è sostituito dai divieti direzionali;
-un ‘altro consiglio utile è quello di avere un navigatore GPS portatile, perché a volte ci si può imbattere in segnaletica nella sola lingua Thai!

IMG_9863
Divieto d’accesso Thai
IMG_9616
Indicazioni stradali in Thailandia
Come noleggiare uno scooter in Thailandia ultima modifica: 2016-05-23T09:00:03+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... Documenti, Noleggio Scooter, Thailandia
#457.Da Ayutthaya a Bangkok (L’anniversario di matrimonio)

Da Ayutthaya a Bangkok è anche l'anniversario di matrimonio. Se c’è una cosa che entrambi eravamo certi di fare, quella...

Chiudi