Chiang Rai è famosa soprattutto perchè ospita due splendide attrazioni che non si possono assolutamente perdere. Stiamo parlando del White Temple e della Black House, due grandi opere di artisti tailandesi, che si trovano rispettivamente a circa 11 km a sud e a 10 km a nord della città.

Chiang Rai

Per raggiungere entrambi i siti abbiamo noleggiato uno scooter, 200 THB al giorno.



Wat Rong Khun (Il tempio Bianco)

La prima tappa è il tempio bianco, il Wat Rong Khun ad ingresso libero. Uno splendido edificio che risplende nel panorama, grazie alla sua realizzazione di calce bianca e frammenti di specchi. Il tempio è stato realizzato nel 1997, da un pittore thailandese, diventato poi architetto, Chalermchai Kositpipat.

Attraversando il ponte si entra dentro il tempio, dove non si osservano le consuete immagini del Buddha, ma disegni moderni che rappresentano, secondo l’artista, la rinascita e l’illusione, come l’aereo che si schianta contro le Torri Gemelle, Keanu Reeves in una scena di Matrix e tutti i vari super eroi dei fumetti. All’interno è proibito scattare fotografie e si entra scalzi.

Accanto al tempio ci sono altri edifici in costruzione, infatti l’opera di questa artista non si è ancora conclusa. Splendido è l’edificio d’orato che ospita la toilette.
Vicino si trova anche una galleria d’arte con alcuni quadri disegnati dall’artista, anche in questa caso è proibiti fare foto.

IMG_0396

White Temple

IMG_0380

Una delle due è un’opera artistica. Indovina quale?

IMG_0452

La toilette

Black House (Baan Dam)

La seconda attrazione che visitiamo non è un tempio, ma un museo che si trova all’interno di un bellissimo edificio tradizionale thailandese in legno e dipinto di nero, per questo è conosciuto come Black House, ma il suo nome è Baan Dam.

All’interno della struttura più grande si ammirano due splendidi dipinti dell’artista, insieme a bizzarre sculture realizzate con corna di bufalo, teschi di animali, pelle di coccodrillo o di altri animali appoggiati su tavoli di legno. Inoltre si osservano oggetti collezionati dall’artista.

Oltre al principale edificio si trovano nel tranquillo giardino adiacente, altre case tradizionali, sempre dipinte con coloro scuri, ma anche edifici più moderni, tra cui due totalmente bianchi. In tutti questi edifici non si può entrare ma in alcuni si intravede l’interno, letti e poltrone realizzati con ossa e sculture molto eccentriche.

Nel giardino si trovano anche una gabbia con due serpenti e un’altra con un gufo.
Sicuramente l’intento di questo artista Thai, Thawan Duchanee (ormai defunto), era di stupire, provocare e di fornire una chiave diversa sulla religione buddista.

IMG_0476

Black House

IMG_0495

Sculture interne

IMG_0574

Sculture nel giardino

A noi è piaciuto davvero molto e l’abbiamo trovato molto interessante, inoltre anche in questo sito l’ingresso è gratuito.

Altro... Thailandia
Le 9 meraviglie di Chiang Rai

Abbiamo deciso di visitare a piedi le 9 meraviglie di Chiang Rai, perché tutti templi e le varie attrazioni turistiche si...

Chiudi