Premesso che questo non è un post sponsorizzante e comunque non troverete nomi o link a cui rivolgervi per stipulare un’assicurazione da viaggio. Credo che sia una scelta talmente personale ed importante che proprio non me la sento di dare consigli.

Assicurazione-sanitaria-viaggi

Come per altre occasioni nella vita quotidiana, anche quando si viaggia e sopratutto quando si viaggia per lunghi periodi è meglio sentirsi sicuri.
A questa necessità rispondono le diverse tipologie di assicurazione viaggio, che ci mettono al riparo da inconvenienti quando siamo lontani da casa.




L’assicurazione rappresenta sicuramente un elevato costo da aggiungere al budget del viaggio, ma rappresenta una sicurezza in più, soprattutto quando ci si reca all’estero.

Le situazioni nelle quali potremmo pentirci di non aver sottoscritto un’assicurazione da viaggio sono molte. Pensiamo, per esempio, al disagio di un infortunio o malattia mentre siamo fuori casa o al costo di una degenza in un ospedale straniero. In tutti questi casi risponde la nostra polizza assicurativa, facendosi carico delle spese!

Cosa fare prima di sottoscrivere una polizza?

Prima di sottoscrivere una polizza, si consiglia di valutare l’offerta di più compagnie. Verificate le coperture e quali servizi sono inclusi, a tal punto bisogna leggere e rileggere attentamente il fascicolo informativo, se non capite qualcosa, non abbiate timore a chiedere all’agente o ad inviare una mail con richiesta di chiarimenti.

Meglio scegliere compagnie conosciute, che operano a livello internazionale, avrete sicuramente più strutture ospedaliere a ricevervi.

Ecco un piccolo vademecum, che la vostra polizza deve obbligatoriamente avere:

-assistenza medica 7 giorni su 7 e 24 ore su 24;
-una call center che risponda alla vostra lingua madre e con la possibilità di parlare con una equipe medica;
-una copertura assicurativa elevata, cioè un massimale non inferiore ai 100.000 euro (se vi recate negli Stati Uniti, considerate parcelle mediche ospedaliere e di pronto soccorso molto elevate, quindi il mio consiglio è di avere un massimale non inferiore ai 200.000 euro);
-copertura del rimpatrio dell’assicurato e di eventuale accompagnatore anche con aereo sanitario o con assistenza medica continuativa;
-verificare che il Paese in cui ci rechiamo sia coperto dall’Assicurazione, ad esempio Cuba non è assicurata da tutte le compagnie;
-se viaggiate per periodi medio/lunghi e non avete un biglietto che attesti il vostro rientro in patria, l’assicurazione potrebbe decadere e non risarcirvi in caso di controversie. In questo caso informatevi prima della partenza;
-nessuna franchigia o comunque estremamente ridotta;
-anticipo contante delle spese mediche;

Quali sono i prezzi medi di una polizza?

Dipende, prima di tutto, da quanto vogliamo assicurarci e soprattutto da quanto vogliamo spendere. In linea di massima possiamo dire che il prezzo medio di una polizza viaggio per lunghi periodi, di circa un anno, possono variare da un minimo di 450 euro fino ad un massimo di 750 euro. Tutto dipende da quali garanzie vogliamo ottenere e dalla destinazione del nostro viaggio.

Per esempio una polizza che comprende USA e Canada, costerà sicuramente di più rispetto al resto del Mondo, questo perché i costi nell’America settentrionale della sanità sono molto alti, di conseguenza lo sarà anche assicurarsi.

La polizza assicurativa è composta da massimali e da franchigie, garanzie di base e da altre accessorie che vengono scelte in base alla destinazione e durata del viaggio. Se vogliamo assicurarci ma limitare il costo della polizza, possiamo scegliere di attivare solo determinate garanzie, ad esempio noi la clausola smarrimento/furto bagagli l’abbiamo eliminata, anche perché ci avrebbero coperto solo il costo dei documenti di circa 50 euro.Assicurazioni-mediche-annullamento-viaggi-migliori

E se viaggio con un tour operator?

Alcuni tour operator propongono delle polizze viaggio incluse nel pacchetto vacanza. In questo caso è meglio controllare se il costo della polizza è già conteggiato nel costo della vacanza, in questo caso è un servizio in più.

Se invece la polizza viaggio viene proposta a parte, il consumatore non è obbligato a sottoscriverla. Nel caso decidesse di sottoscriverla, meglio controllare attentamente le copertura e verificare che siano presenti le garanzie in caso di controversie con il tour operator stesso.

Cosa fare in caso di incidente?

Prima di sostenere qualunque spesa, ricordati che è necessario contattare sempre la Centrale Operativa che provvederà ad autorizzare le spese mediche, facendosene carico direttamente sul posto o provvedendo al loro rimborso al rientro dal viaggio.

In caso di infortunio, che si verifichi durante l’attività lavorativa o nel tempo libero, ti viene corrisposto un indennizzo economico in misura fissa e forfettaria secondo la gravità dell’infortunio.




Per conoscere in anticipo l’entità dell’indennizzo consulta la tabella nelle condizioni di polizza e anche tu scoprirai così il valore del tuo corpo, un piede non vale tanto quanto una mano!

Ricordatevi sempre che la vostra polizza, dovrà essere sempre con voi è possibilmente che sia bilingue. Inoltre è buona norma fare una scansione e archiviarla on-line, magari inviatene una copia alla vostra casella di posta elettronica ed un’altra a un vostro conoscente!

Altro... Documenti, Salute e Medicina
Fuso orario, impariamo a conoscerlo…!

La definizione di fuso orario parte dall'assunzione che la terra abbia una forma sferica e che una rotazione completa di...

Chiudi