Ho trascorso quasi due anni in viaggio in giro per il mondo, con il PC alla mano, fogli excel, mappe di Google, letto e riletto decine di blog, italiani e stranieri, adesso posso dire di essere pronto o meglio preparato a darti qualche consiglio utile su come pianificare il tuo giro del mondo!


Ho ricevuto molti messaggi al mio ritorno da amici e colleghi, e tutti mi chiedevano sempre la stessa cosa: come diavolo sia possibile pianificare e mettere insieme un viaggio intorno al mondo? Così ho pensato di mettere nero su bianco delle tecniche che ho adoperato io prima di mettermi in viaggio!

Inizia a risparmiare

Schermata 2014-11-26 alle 21.21.26Prima di sapere dove vuoi andare, iniziare a risparmiare molti euro, perché ti servirà molto denaro in viaggio! Anche se non sei sicuro di sapere quando partirai, è sempre buona regola  incominciare a risparmiare il più possibile, avere un piccolo gruzzoletto di denaro, fa sempre comodo, ma non solo per un viaggio intorno al mondo.
Una volta che avete superato le paure, dovete avviare la procedura del risparmio mensile, cioè nella vostra zona comfort incominciate a limitare i lussi e incominciate a sognare una nuova vita.




Essere parsimoniosi con il vostro denaro prima della partenza, può aiutarvi dopo, quando sarete in viaggio, ma allo stesso tempo non cercate di vivere una vita da recluso.
Ricordatevi che oltre a risparmiare per la vostra permanenza all’estero, è bene ricordare di mantenere un pò di soldi anche per il vostro rientro.

Se non sapete come fare a risparmiare, qui potete trovare alcune regole fondamentali che ho adottato prima della partenza!

L’ultimo consiglio che posso darti mentre ti troverai in viaggio, è quello di mantenere traccia delle spese, rispettare un budget giornaliero e di suddividere il denaro per dormire, mangiare, viaggiare e concederti anche qualche attrazione turistica.

Dedica il tempo giusto

È molto importante avere le idee chiare su quello che si desidera fare del proprio tempo!
Sono due le scelte che si possono presentare davanti a te:
gap year o anno sabbatico;
-viaggio indipendente.

Il gap year è molto comune nei paesi anglosassoni, è un rituale che fra i giovani laureati si effettua prima di iniziare la carriera lavorativa e non dura mai più di un anno. A tale proposito considera anche la possibilità di acquistare un biglietto RTW.

Il viaggio indipendente (la mia preferita) è senza dubbio la scelta più libera che ci sia, circunavigare il pianeta senza vincoli di tempo è sicuramente quella più avventurosa!

Fai un itinerario di massima

Una volta che avete un’idea dei luoghi che desiderate vedere, incominciate a tirar giù un itinerario di massima, sicuramente non lo rispetterete, ma almeno avrete un’idea preventiva dei costi che dovrete affrontare.

Da dove vuoi cominciare? Viaggi da solo o in coppia? Ci sono delle date specifiche che volete rispettare per assistere ad una festa particolare in giro per il mondo?
A queste domande non ci sono delle risposte esatte, ogni viaggiatore ha i suoi gusti e ogni nazione ha i suoi costi.

Cercate di viaggiare inseguendo l’estate e se possibile, attraversate i paesi nel periodo di bassa stagione, questo vi permetterà di risparmiare denaro e di avere uno zaino sempre leggero.




Se avete qualche dubbio su quale itinerario scegliere affidatevi a chi è più esperto di voi (ci sono alcune agenzie in rete, che pensano a tutto), oppure ispiratevi ai vari travel blogger che trovate sempre in rete o cercate ancora di frequentate i forum di viaggio.

Noi abbiamo seguito la rotta da Est verso Ovest, trascorrendo i 22 mesi così suddivisi:
-9 mesi in Sud America
-4 mesi in Oceania
-9 mesi in Asia

Acquista le guide da viaggio

Che tu abbia deciso di concederti un anno sabbatico o un viaggio indipendente, ti consiglio di acquistare delle guide da viaggio!

Perchè ė fondamentale avere delle guide? Molte delle guide turistiche che si trovano nelle librerie, sono utili per effettuare una buona preparazione prima della partenza o semplicemente per prendere spunto su feste e manifestazioni sparse per il mondo.

Una cosa che amo fare, prima della partenza, è proprio quella di leggere e prepararmi al meglio nel posto dove sto andando, cosa mangiare, cosa visitare, sicurezza, etc…

In un viaggio a lungo termine, si possono trasformare in libri di lettura e come fonte d’ispirazione per nuovi articoli. Tenete presente che oggi giorno esistono i capitoli in formato elettronico, molto utili per essere conservati e trasportati, ma sono sopratutto economici. Immaginate di visitare oltre venti paesi, considerate quindi la spesa di ben 20 guide.

Ora è il momento di fare sul serio

A questo punto è il momento di fare sul serio. Non è più una questione economica, se viaggiare da est a ovest o viceversa, ma una scelta radicale di cambiamento della tua vita!
Se decidi come noi di fare un lungo viaggio, devi prendere in considerazione di comunicare la tua scelta ai familiari, amici e colleghi di lavoro.

“La vita è come andare in bicicletta, se vuoi stare in equilibrio devi muoverti.”(Cit. A.Einstein)

Se lavori e non vuoi perdere il tuo lavoro, puoi sempre considerare di richiedere l’aspettativa non retribuita, invece ai tuoi familiari spiega che vuoi realizzare il tuo sogno nel cassetto, e coinvolgili nel progetto, vedrai che saranno felici e fieri di te.
Ai tuoi amici chiedi di supportarti quando sei in viaggio e costruisci con loro un gruppo di fans.

Si Responsabile

A questo punto é arrivato il momento di passare alle cose pratiche.
Una buona assicurazione di viaggio è quella che ci vuole per questo tipo di avventure, bisogna tenere presente che in un anno o più, le probabilità di incidenti è elevata.

Un requisito molto importante da verificare della copertura assicurativa, è il pagamento anticipato delle spese mediche o meno, se occorre un biglietto di ritorno, i massimali quanto coprono, nel dubbio telefonate e domandate.

Un altro aspetto da considerare sono le spese bancarie, tenete presente che ogni banca ha le sue commissioni e bisogna sempre avere con se almeno una carta di credito e una di debito! In media calcolate un 2,5% per prelievi e pagamenti all’estero.

Attrezzati

Che tu stia partendo con un biglietto RTW o con un biglietto di sola andata, devi sempre ricordarti di portare con te lo zaino.
Noi ne abbiamo due a testa (questi quelli di Roberta e questi quelli di Luca), uno è la casa e l’altro è l’ufficio. 

Un consiglio importante: la prima regola per ogni backpacker deve essere: “less is more”.

Secondo, non lemosinare sulla qualità dello zaino e delle scarpe, ricordati che saranno rispettivamente la tua casa e la protuberanza dei tuoi piedi.
Porta con te anche un kit di primo soccorso e vestiti utili in tutte e quattro le stagioni, le medicine e le magliette si possono comprare anche in Cambogia o in Bolivia!

Non ti dimenticare di portarti con te anche un notebook e una buona macchina fotografica, a tale proposito creati anche una check-list e non partire senza un GPS e una GoPro!

Con tutta questa preparazione, non ti rimane che vivere questa avventura al meglio, sapendo che hai fatto tutto il possibile per una buona riuscita.
Queste regole si applicano indifferentemente che tu faccia un viaggio di un anno o un viaggio più lungo.

More in Pre Viaggio
Che cosa fare a 99 giorni prima della partenza…

Finalmente siamo arrivati alla doppia cifra, mancano solo 99 giorni alla partenza per il giro del Mondo. Il countdown è iniziato il...

Close