Mauruuru Polinesia (che significa grazie in lingua tahitiense) per tutto quello che ci hai dato, troppo, tantissimo, non potremmo mai ripagarti di tutto
Mauruuru alle famiglie Tuaiva e Ateo, aver conosciuto loro è come aver vinto un gratta e vinci da 10.000€ senza aver grattato niente!

Le #2caprenelmondo con gli amici polinesiani


Ci avete dato ospitalità come se fossi parenti anche se non ci siamo mai visto, ci avete preparato ogni prelibatezza della Polinesia e non avete accettato da noi neanche che vi offrissimo una birra, ci avete cullati come dei figli e noi non smetteremo mai di dirvi mauruuru…

La Polinesia prima di questo viaggio sembrava una meta inavvicinabile, forse irraggiungibile per il resto dei nostri giorni, ma alla fine la nostra caparbietà è stata premiata e la fortuna ci ha aiutato, anche per questo diciamo mauruuru Roberta per aver saputo parlare bene il francese in questi territori occupati!

Mauruuru Papeete, ho preso più aerei nella tua città che in quella dove sono nato, mauruuru Moorea per avermi fatto nuotare in un acquario dove tutte le specie marine vivono pinna a pinna e mauruuru anche a te Tikehau per essere stato il nostro primo atollo in cui abbiamo messo piede.




E’ stato meraviglioso vivere in un atollo come un vero atollese, così magnifico quando abbiamo visto per la prima volta la razza!
Mauruuru per il tuo alfabeto con poche vocali, ancora adesso facciamo difficoltà a ricordarci i tuoi nomi, sono veramente impronunziabili, per capire la esatta pronuncia facevamo il classico esercizio di pronunciare tutte le vocali a, e, i, o, u e poi al contrario…

Sul sedile dell'aereo...scritto in tahititiense

Sul sedile dell’aereo…scritto in tahititiense

DCIM101GOPRO

Le #2caprenelmondo in un atollo della Polinesia

DCIM101GOPRO

Le #2caprenelmondo in versione Polynesia Style

Mauruuru Polinesia per tutto il pesce che ci hai fatto mangiare, non pensavamo che si potesse mangiare il pesce al forno anche alle 5:00 del mattino a colazione. Si, abbiamo fatto anche questo, lo abbiamo mangiato accompagnato con la maionese.
Ma non è stata la cosa più strana che abbiamo mangiato, perché ricorderemo sicuramente il “fafaru” (tranci di tonno marinato in acqua marina per due giorni e servito con latte di cocco acido), a distanza di due settimane i nostri rutti ricordano la sua puzza!
Invece ci mancherà tantissimo la tartaten di pesce crudo in salsa barbecue.

IMG_0950

Piatto tipico polinesiano: tartane di pesce, tonno con salsa barbecue, pasticcio di spinaci e latte di cocco, tapioca e pare di banano.

IMG_1349

Fafaru, inconfondibile per il suo forte odore.

Mauruuru Polinesia per tutte quelle collane di fiori e conchiglie che ci hai regalato, avremmo potuto fare invidia alla Madonna di Lourdes.
Mauruuru per averci sempre regalato bel tempo ed un mare fantastico, per non essere stati mangiati da nessuno squalo, per aver conosciuto da vicino il pesce Nemo, per aver visitato spiagge nere, cascate meravigliose, visto tatuaggi di ogni tipo (quelli delle Isole Marchesi sono i migliori) e infine…
…muruuru Polinesia per averci fatto vedere che il Paradiso esiste!

Altro... Grazie, Polynesia Francese
13.Polinesia Francese Budget

13.Polinesia Francese Budget. Tredicesimo paese visitato e tredicesimo appuntamento della nostra rubrica "budget in viaggio", questa volta è il turno della Polinesia Francese. Il...

Chiudi