Arequipa è piena di agenzie che offrono tour per il Canyon del Colca. Si può scegliere tours di due o più giorni, escursioni in trekking o in minivan.

Canyon del Colca alla ricerca del Kondor

Graffito del Kondor

La nostra scelta è ricaduta su un tour di due giorni con minivan, dopo la fatica del Machu Picchu, non ce la sentivamo di affrontare un altro trekking.

Il tour nel Canyon del Colca

Il tour inizia alle 8:30 del mattino e attraversa una riserva naturale incantevole dove si possono osservare diversi specie di cammelli sudamericani, tra cui vigogne, alpaca e lama.

IMG_6968

Al centro con la maglia nera, una specie di lama sconosciuta…

La strada si fa accidentale e sale verso il punto più alto, ben 4910 mslm. Scendendo dal minvan per fotografare il panorama, il fiato si fa corto e ci si sente schiacciare. Purtroppo il cielo era nuvoloso e non siamo riusciti ad ammirare le cime imbiancate del Nevado Ampato.

IMG_7003

La vetta di 4910 mslm, indica la zona più alta del tragitto. Noi ci siamo arrivati mentre iniziava a nevicare

Chivay

Verso le 13:00 siamo arrivati a Chivay, il paese più importante della valle del Colca. Qui bisogna pagare il biglietto turistico di 70 PEN p/p.

IMG_7012

Ingresso a Chivay

Nella Plaza de Armas e vicino alla zona del mercato si possono osservare le donne indigena con i loro costumi tradizionali, tra cui i cappelli bianchi di paglia ornati con lustrini, nastri e medaglioni.




Chivay è importante anche per le sorgenti termali che si trovano fuori la cittadina, circondate da una natura incontaminata; nel pomeriggio abbiamo raggiunto una di queste piscine terminali per rilassarci dalle fatiche del Perù! Il costo è di 15 PEN p/p.

Bisogna portarsi un costume e un asciugamano, la piscina è dotata di spogliatoi per cambiarsi, docce calde e armadietti con lucchetto. L’acqua della piscina è molto calda, circa sui 40 gradi e vi assicuro che è davvero piacevole immergersi nell’acqua e ammirare il panorama circostante.

Soggiorniamo in un albergo economico di Chivay e il mattino dopo ci svegliamo molto presto per riuscire ad ammirare il Kondor. Prima visitiamo alcuni paesi della valle del Canyon, tra cui Yanque e Maca.

Yanque

Yanque è un piccolo villaggio con una bellissima chiesa bianca del ‘700, molto ben decorata al suo interno; nella piazza centrale si trovano delle donne che vendono prodotti artigianali e alcuni ragazzi che danzano balli folcloristici con bellissimi abiti tradizionali molto colorati.

IMG_7045

Piazza centrale di Yunque

Il Kondor

Verso le 8:30 arriviamo al punto panoramico dove si possono osservare i Kondor, che hanno fatto il nido proprio in questo punto della valle. È stata davvero emozionante vederli planare sotto di noi.

IMG_7093

Il famoso Kondor

IMG_7098

Colca del Canyon

Dopo abbiamo fatto una breve passeggiata per ammirare maggiormente la profondità del Canyon del Colca con il fiume sottostante, un panorama davvero incredibile.
Il Canyon si allunga per 100 km tra le alte vette vulcaniche ed è più profondo del Grand Canyon statunitense.

Il paesaggio è davvero unico, attorno al Canyon si possono osservare cactus, cime innevate e varie piante utilizzate dalla popolazione locale come medicina.
Il clima varia in base alla profondità del Canyon, in alcune zone è addirittura tropicale.

Ritornando ad Arequipa si possono ammirare i vari terrazzamenti Inca sparsi nella valle circostante, utilizzati ancora adesso per coltivare.

IMG_7153

Terrazzamenti Inka, adoperati ancora oggi per l’agricoltura

Per la cronaca il tour di 2 giorni ed una notte, con prima colazione è costato 65 PEN p/p.

Altro... Perù
Arequipa, la ciudad blanca

​Arequipa è la seconda città per dimensioni del Perù, si mostra subito per la sua eleganza e bellezza. Chiamata anche...

Chiudi