Cusco, l’ombelico del mondo

Cusco è sicuramente una delle città più suggestive del Sud America. Siamo di nuovo sopra i 3000 mslm e appena scesi dal bus, il nostro fiato diventa più corto. Abbiamo bisogno di qualche ora per acclimatarci. 

Bandiera Inka
Bandiera Inca

Cusco è ricca di chiese, edifici coloniali, incantevoli piazze e rovine Inca. Ma è anche un centro naturalistico molto importante dove si possono praticare sport estremi, come il rafting e il bungee jumping.




Sicuramente una delle sue particolarità è il misticismo, quando si arriva in questa città, sentirete parlare di linee energetiche, confluenze cosmiche; tutto questo deriva dal fatto che, secondo la teoria Inca, del XII secolo, Cusco significa “ombelico del mondo”, cioè dove tutto ebbe inizio.

Inoltre la religione cattolica si mescola con gli antichi riti pagani della Pachamana, molto importanti e ancora praticati dalle popolazioni indigene.
Uno degli aspetti negativi è sicuramente la moltitudine di turisti che camminano per le strade di Cusco, tutti i giorni dell’anno.

Questo ha portato alla creazione di tantissime agenzie di viaggi che ti propongono ogni tipo di escursione, abbiamo contato più agenzie che ristoranti, ma purtroppo anche questo fa parte del turismo di massa.
Cusco è davvero una bellissima città da vivere, inoltre è la base di partenza per esplorare il famoso Machu Picchu.

IMG_6318
Architettura coloniale di Cusco

Le principali attrazioni di Cusco

Plaza de Armas, sia nel periodo Inca, sia attualmente è il fulcro di questa città e appare in tutto il suo splendore. In mezzo alla piazza sventolano due bandiere, una è quella del Perù, l’altra con i colori dell’arcobaleno, rappresenta i quattro quarti dell’impero Inca.
La piazza è circondata da bellissimi portici e da splendidi edifici coloniali con i classici balconi chiusi di legno.

Cusco
Plaza de Armas

Oltre alla statuaria Cattedrale, si possono osservare altre chiese, tra cui la Compagnia di Gesù, con la facciata molto decorata.
Putroppo per osservare all’interno le Chiese di Cusco, bisogna comprare il biglietto turistico religioso e per noi mochilleros, è un costo insostenibile.

Il nostro consiglio per visitare queste chiese in maniera totalmente gratuita è quella di entrare al mattino presto, mentre si celebrano le funzioni religiosi, all’incirca tra le 6:30 e le 8:30, ricordatevi d’indossare abiti consoni.

IMG_6284
Cattedrale di Cusco
IMG_6314
Chiesa Compagnia di Gesù

A Cusco si trovano molte vie strette acciottolate, tra queste la più importante è quella pedonale, chiamata Hatunrumijoc, circondata da entrambi i lati da muri costruiti con grosse pietre, tra cui la famosa pietra a 12 lati.

IMG_6481
Calle Hatunrumijoc

Ogni giorno, potrete osservare nelle piazze più importanti, gruppi di danza folkloristica, vestiti con abiti tradizionali. Se siete fortunati potrete pranzare ad una fiera gastronomica, organizzata in Plaza San Francisco, dove si possono gustare i piatti tipici di Cusco, tra cui il famoso Cuy al forno.

IMG_6819
Balli in maschera tradizionali 
IMG_6811
Cuy al forno
Cusco, l’ombelico del mondo ultima modifica: 2015-09-25T14:36:26+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... Perù
#210.Da Nazca a Cuzco (Dalle linee al punto)

Per questo viaggio di circa 14 ore da Nazca a Cuzco (così è previsto da tabella), abbiamo deciso di provare...

Chiudi