Auckland: il Kiwi Moderno

Arrivare ad Auckland, la città più grande della Nuova Zelanda, dopo 9 mesi di viaggio in Sud America, è davvero un bell’impatto, tutto appare perfetto: marciapiedi puliti, automobili che rispettano il codice stradale e un silenzio quasi irreale, finalmente nessun più rumore di clacson. Forse anche per questo è considerata una delle città più vivibili al mondo.

IMG_1631
Porto di Auckland

Auckland è una città di vulcani che circondano il porto e il centro cittadino.
Il centro di Auckland, il CBD (Central Business District), è la zona dove risiedono gli uffici, negozi alla moda, grattacieli e la maggioranza delle attrazioni turistiche.

Per capire meglio questa città bisogna sicuramente salire sulla torre più alta, lo Sky Tower e ammirare lo splendido panorama!
Per raggiungere i 328 metri d’altezza, si prende un ascensore che in pochissimo tempo, circa 40 secondi, ti porta nel punto panoramico dove si può ammira una spettacolare vista della città. Sul pavimento hanno inserito del blocchi di vetro per osservare quello che succede sotto i propri piedi.
Se amate il brivido, si può saltare con una corda dalla torre o camminare a 192 m di altezza, su una passerella larga poco più di un metro, ovviamente per queste attività, avrete le classiche imbracature di sicurezza.
Di notte la torre viene illuminata e ricorda una navicella spaziale, davvero uno splendido spettacolo.

IMG_1821
Sky Tower di Auckland

La zona del porto, il Viaduct Harbour, è stata totalmente ristrutturata e modernizzata, grazie alle varie edizioni della competizione di vela, la famosissima America’s Cup.
Infatti il porto ospita molti ristoranti e locali alla moda e camminare tra i vari yacht e barche dei milionari, può essere una passeggiata piacevole.
Collegata da un ponte mobile, si trova l’altra zona del porto, chiamata Wynyard, anch’essa ricca di locali, caffè, un parco giochi per bambini con fontana e il mercato del pesce, che più che un mercato, a noi ha ricordato un supermercato, ben organizzato e decisamente pulito, fuori dai nostri canoni sud americani.
Dal porto si gode di una bella vista sullo skyline del centro di Auckland.

IMG_1637
Viaduct Harbour
IMG_1655
Fish Market
IMG_1659
Tram turistici di Wynyard

Sempre nel CBD, si può ammirare la bellissima Cattedrale di San Patrick, un edificio in stile neogotico, il suo interno è caratterizzato da vetrate e pareti dipinte di colori tenui che rendono l’ambiente molto caldo.
Vicino si trova il Civic Theatre, un maestoso edificio, famoso durante l’era d’oro del cinema.

Cattedrale di San Patrick
Cattedrale di San Patrick
IMG_1847
Civic Theatre di Auckland

Il più importante museo della città è l’Art Gallery Museum, situato in un bellissimo palazzo del 1887, il suo atrio di vetro e legno lo rende ancora più moderno ed elegante. Al suo interno si possono osservare varie opere di artisti neozelandesi, tra cui i famosi ritratti di persone maori con i classici tatuaggi sul viso. Gli altri piani sono dedicati agli artisti internazionali, come Matisse e Picasso.

La famosa Clock Tower (Torre dell’Orologio) decorata di avorio, omaggio all’art nouveau, si trova ad Albert Park, un bellissimo parco con splendidi fiori. Nel parco si trova l’Università di Auckland e i vari campus.

IMG_1611
Stazione di Britomart, principale snodo ferroviario della città
IMG_1728
Clock Tower

One Tree Hill
Questa collina, che in realtà è un vulcano, è un luogo molto importante per i Maori, infatti qui si trovava un Pa, un villaggio fortificato, costruito su un’altura.
Per arrivare in cima, si passa per uno splendido parco, Cornwall Park, dove si trova il cottage di legno più antico, l’Acacia Cottage, che si può visitare gratuitamente.
Camminando fra i sentieri del parco, si possono incontrare pecore e mucche.
In cima al parco si trova l’obelisco e la tomba dedicata alla persona che donò questa terra con la promessa che si fosse costruito un monumento, appunto l’obelisco, in onore del popolo maori.

IMG_1786
One Tree Hill

Da qui si può godere di una bellissima vista a 360° di Auckland.
Il nome “One Tree Hill”, albero solitario, è stato dato per l’unico albero che un tempo sorgeva in cima al vulcano, infatti nel 1852 i coloni distrussero l’albero sacro per i Maori, chiamato Totara e piantarono al suo posto un pino!
I Maori per contro distrussero questo albero. Fino ad ora non si è trovata nessuna soluzione e di albero rimane solo il nome!

Auckland è una città con molti aspetti positivi, uno degli aspetti che più ci ha colpito è la pulizia, nessun pezzo di carta o di vetro è sparso per le strade, infatti molte persone camminano scalze per strada, senza nessun tipo di problema. Dietro vige sicuramente una cultura del rispetto per le cose e per le persone. Anche nella metropolitana non si trovano scritte sui vagoni e sul pavimento c’è addirittura la moquette.

IMG_1747
Case tipiche di Auckland, quartiere Papatoetoe

I suoi quartieri periferici con le case di legno, circondate da bellissimi e curati giardini, appaiono ancora più tranquilli del centro cittadino.
Auckland è una città multietnica nel vero senso della parola, qui convivono neozelandesi con comunità asiatiche e indiane. Si possono osservare diversi ristoranti o negozi di loro proprietà, sia in centro sia nei quartieri periferici.
Per questo motivo vi consigliamo di farvi una passeggiata a Papatoetoe, si raggiunge facilmente con una corsa in treno (6,50 NZ$ p/p per tratta).

Auckland: il Kiwi Moderno ultima modifica: 2015-12-08T04:26:39+00:00 da Idea Nomade
Posted on: 08/12/2015

Rispondi

Altro... Nuova Zelanda
#278.Da Tikehau ad Aukcland (Dalla Polinesia alla NZ: in viaggio nel tempo)

Se c'è una sogno che sin da piccolo ha assillato la mia esistenza è stato quello di fare un viaggio nel tempo. Nel...

Chiudi