Nome Completo:  Repubblica federale democratica del Nepal
Lingua Ufficiale: Nepalese
Capitale: Kathmandu
Superficie: 147.181 Km2
Popolazione: 29.959.364 ab.
Fuso Orario: UTC +5:45
Religione: Quasi l’81% della popolazione è induista.
Pesi e Misure: Sistema Metrico Decimale
Prefisso telefonico: +977



QUANDO ANDARE
In generale in Nepal ha due principali stagioni: secca e monsonica. l periodo migliore è per molti versi l’inizio della stagione secca, cioè ottobre e novembre: il clima è mite, l’aria è tersa, la visibilità perfetta e la natura rigogliosa, grazie all’effetto dei monsoni.

Da febbraio ad aprile, quando finisce la stagione secca, la visibilità non è così buona, a causa della polvere, ma la temperatura è ottima e fioriscono i fiori più belli. A dicembre e a gennaio la visibilità non è male, ma a volte fa troppo freddo: chi fa trekking deve equipaggiarsi per la neve.

VISTO
I cittadini Italiani, che si recano in Nepal così come quelli della maggior parte dei paesi, devono essere muniti di visto d’ingresso, che  si può richiedere al momento dell’arrivo nel paese, sia all’aeroporto sia ai valichi di confine terrestri.

All’arrivo sarà sufficiente esibire il passaporto con una validità residua di almeno sei mesi e il biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio, anche se quest’ultimo non viene mai richiesto.

img_8589

Visto del Nepal

Il visto turistico è automaticamente valido per entrate multiple, nel periodo di validità. Per ottenerlo serve una fotografia formato tessera, il modulo per ottenere il visto e l’arrival card, tutti questi documenti si possono ottenere al banco arrivi.
I costi sono:
-fino a 15 giorni: 25$ USD;
-fino a 30 giorni: 40$ USD;
-fino a 90 giorni: 100$ USD
Si può benissimo pagare anche con l’equivalente dei dollari US, in Euro e in tantissime altre valute.

RISCHI SANITARI
 E’ consigliato il vaccino di tifo e colera, per evitare spiacevoli mal di pancia. L’igiene è un fattore importante in Nepal e da non trascurare. Vi consigliamo di portarvi sempre appresso anche una mascherina per la polverosa e trafficata Kathmandu.
Inoltre è consigliato viaggiare con una buona assicurazione sanitaria e portarsi sempre con se una piccola farmacia da viaggio. 





TRASPORTI
AEREI: L’unico aeroporto internazionale del paese è quello di Kathmandu.
Il Nepal è collegato con la maggior compagnie aeree low cost dell’Asia: AirAsia e da altre compagnie come Qatar Airways, Ethiad e Turkish Airlines. I collegamenti interni tra una città e l’altra sono operati dalla Nepal Airlines e dalla Buddha Air. Molte volte, i voli nazionali possono subire cancellazioni e ritardi a causa del maltempo.

AUTOBUS: tutte le principali città del paese sono collegate con autobus che corrono lungo le strade asfaltate e non.  La Greenline è la compagnia che va per la maggiore tra i turisti, ma è anche la più cara, offre servizio di ristorazione, aria condizionata, sedili comodi, ottima igiene e una buona puntualità. Tutti gli altri bus, sono gestiti da enti privati, i biglietti si possono acquistare o direttamente il giorno della partenza sul bus, oppure tramite agenzia di viaggi o guest house, con un piccolo sovrapprezzo di circa 1-2€.

img_0396

Bus nepalesi

I posti sono numerati e ad eccezione dei bus locali, il vostro posto è sempre riservato. I posti dentro la cabina, cioè quelli vicino all’autista costano di meno, ma sono anche più scomodi.
In Nepal non esistono dei veri e propri terminal, ma le stazione dei bus (quando presenti) sono chiamate “tourist bus park” e di solito si trovano alle zone più turistiche della città.

A Kathmandu molte compagnie di bus, diretti a Pokhara o Chitwan partono tra le 7:00 e le 7:30 da Kanthi Path.
Tutti i bus fermiamo ogni 2 ore di viaggio, è sempre compresa una sosta anche per il pranzo, dove un pasto a buffet può costare al massimo 400 NPR, mentre le toilette sono gratuite.

IMBARCAZIONI: essendo un paese senza sbocchi sul mare le uniche imbarcazioni presenti sono quelle del lago Pokhara. 

img_0292

Prezzi imbarcazioni del lago Pokhara

TAXI: sono di colore bianco, con la scritta sul tetto. Non esiste il tassametro, per questo è buona norma concordarsi prima di mettersi in viaggio, possono anche essere utilizzati per una giornata intera, questa scelta è molto comoda se volete visitare la valle di Kathmandu.

Ecco alcuni prezzi di riferimento:
-Kathmandu-Bakhtapur: 500 NPR
-Escursione nei dintorni di Kathmandu (circa 7h): 1000 NPR
-Escursione nei dintorni di Bakhtapur (circa 6h): 1000 NPR
-Kathamndu-Patan: 500 NPR
-Lake Side-Tourist bus park di Pokhara: 200 NPR
-Bhairahawa-Sonauli: 400 NPR
Molte guest house, offrono il servizio gratuito di pickup dal terminal bus, chiedete sempre prima di mettervi in viaggio.

VALUTA
La moneta ufficiale è la Rupia Nepalese (NPR).
Se volete cambiare denaro, all’aeroporto esistono alcuni “change money”, il cambio non è così sfavorevole, ma fate attenzione e alla qualità delle banconote (non accettate quelle strappate o bucate) e sopratutto contatele tutte, perché l’errore è sovente e voluto.

Stessa cosa accade nei vari change money di Thamel a Kathmandu o in qualsiasi altra parte del Nepal. Anche se le monete esistono ufficialmente, difficilmente ne avrete a che fare.

Le banconote sono così suddivise: 5, 10, 20, 50, 100, 500 e 1.000 NPR. La banconota da 5 NPR equivale a circa 0,04€, mente la banconota più grande, cioè quella da 1.000 NPR equivale a 8,76€.

img_9488

Banconote del Nepal

Non abbiamo mai avuto nessun tipo di problema a cambiare banconote di grosso taglio, il resto a volte è sbagliato, ma solo per ignoranza dei nepalesi e comunque nella maggior parte delle volte è sempre stato a nostro favore.

CARTE DI CREDITO E BANCOMAT: utilizzare le carte bancomat in Nepal, può essere un’impresa, perché nonostante gli ATM siano abilitati ai circuiti internazionali, i continui black-out sono il vero problema.

Non tutti gli ATM dispongono di abbastanza contanti, comunque l’importo massimo prelevabile è di 35.000 NPR, con una commissione di 500 NPR. Le carte di credito vengono accettate solamente in alcuni alberghi e in alcuni esercizi e le commissioni applicate sono del 4%. 

INTERNET e TELEFONIA
Anche questo è un problema in Nepal. Non sempre la connessione wifi degli alberghi è degna di questo nome, più delle volte sono lente e mal funzionanti. Noi abbiamo trovato un buon livello di connessione solamente a Pokhara.

Per quanto riguarda le schede SIM prepagate, i costi sono piuttosto elevati, per acquistarne una bisogna possedere la fotocopia del passaporto e del visto nepalese, una foto formato tessera e aspettare per l’attivazione.

PRESA ELETTRICA
In Nepal le prese di correnti sono a due poli, quindi uguali a quelle europee, ma è comunque consigliato portarsi un adattatore da viaggio ! Sono frequenti i black-out e a volte in camera si possiede una sola presa di corrente, per questo è consigliato portare sempre con se una batteria supplementare.

img_0383

Presa di corrente nepalese

Altro... Documenti, Nepal
Lumbini: il centro nevralgico del Buddismo

Dopo aver visto pagode, templi buddisti, durante questo lungo viaggio, non potevamo saltare Lumbini, dove nel 563 a.C. nacque il Buddha!

Chiudi