E con oggi arriviamo al 21 mese di viaggio! E chi lo avrebbe mai detto…? Stiamo andando oltre a quello che avevamo preventivato prima di partire. 

DCIM104GOPRO

Le #2caprenelmondo al Parco Nazionale di Chitwan, Nepal

In questo 21 mese di viaggio, siamo approdati in India, passando dal Nepal. E’ stato un bel cambiamento rispetto ai precedenti paese del Sud Est Asiatico. In Nepal, le persone sono schiette e sincere, in India più o meno anche se ci stanno stupendo in senso positivo! Forse qui, si respira maggiormente la vera cultura asiatica, le influenze arabe sono evidenti e noi con loro ci stiamo adeguando.
Dopo tutti questi mesi di viaggio, a determinati aspetti che possano influenzare il nostro cammino, non ci fai più caso.
Sai che se compri un biglietto del bus da un hotel, lo paghi sicuramente di più rispetto un agenzia di viaggi, così come quando prenoti un taxi invece di contrattare da solo. Sai che quando una persona incomincia a farti pelo e contropelo, dicendo quanto sia bello il tuo paese, dopo, il 90% delle volte ti chiede denaro.
Sai che ai bambini non devi lasciare denaro, perché questi poi andranno a comprarsi caramelle o alimenteranno un lavoro nero.
Però viaggiando, ci sono cose che scopri come se fosse sempre la prima volta: la gentilezza delle persone, i sorrisi dei bambini, i saluti sinceri e quei grazie che non ti aspetti!
Al 21 mese di viaggio è questo quello che cerchiamo: il contatto con gli altri popoli, tutto il resto passa in secondo piano. A volte passiamo interi pomeriggi a parlare con le persone locali.

Ma in questo ultimo mese di viaggio siamo arrivati anche ai conti finali. Se prima avevamo comprato l’ultimo dentifricio e spazzolino, oggi possiamo dire di aver speso 423,30 € p/p per tutti i visti e le tasse (compreso l’emissione del nuovo passaporto) durante il nostro giro del mondo!
Un’altra cosa strana che ci lascia sempre un pò perplessi è che troviamo sempre la fine a tutto. Anche adesso che vi stiamo scrivendo da Delhi, rappresenta l’ultima capitale del viaggio.
Un altro esempio ad Armitsar, abbiamo incontrato due raggazzi di Buenos Aires, che come noi stavano facendo il giro del mondo, bene, anche per loro l’India era l’ultimo paese prima di tornare a casa, mentre per noi Buenos Aires era la prima capitale del nostro viaggio.
Ma ci sono ancora altre cose che sono arrivate alla fine come: non noleggiare più nessun veicolo, l’ultimo timbro sul passaporto, aver passato l’ultima frontiera a piedi e aver cominciato per l’ultima volta il foglio di calcolo delle spese di una nazione.

Alla fine “tutto” è questione di tempo…!

ITINERARIO
L’itinerario globale non è stato alterato, anzi abbiamo le date esatte del nostro rientro (che è ormai prossimo) e che l’India è il 27 paese e ultimo del nostro giro intorno al mondo! Abbiamo aggiunto attualmente Amritsar, perché eravamo curiosi della cultura Sikh, che in effetti è andata oltre ogni più rosa aspettativa. Per il resto ci muoviamo come da programma!

SALUTE
Per fortuna in questo momento abbiamo pochi problemi. Gli unici acciacchi che abbiamo, sono dovuti a dolori ossei e muscolari. Le nostre calzature non ce la fanno proprio più, sarebbero ora di cambiarle, inoltre non riusciamo più ad adattarci ai continui cambi di letti!

DENARO
Attualmente stiamo tenendo sotto controllo solo la voce “trasporti”, perché abbiamo d’ammortizzare i costi dei voli interni indiani. Ma essendo l’India l’ultimo paese, ci vogliamo concedere qualcosa in più (anche nel quadro generale), se dovessimo sforare è perché ci siamo divertiti e ce lo siamo meritati!

CIBO
Anche questa voce, ci sta dando tante soddisfazioni. Siamo passati dal cibo nepalese, di scarsa qualità, al cibo indiano che fino adesso è stato una piacevole sorprese. Con la cucina indiana non ci siamo mai sentiti male e con grosso stupore lo troviamo abbastanza buono e variegato. L’unica nota dolente sono le spezie. Praticamente ovunque e in dose massiccia, senza poi contare quanto sia piccante.

ALLOGGI
Di bassissima qualità, tutte le nostre ultime sistemazioni sono state appena sufficiente, a volte erano delle vere e proprie betole senza nemmeno acqua calda, carta igienica e wifi, nonostante fossero classificati come hotel!
Dopo parecchio tempo (non sappiamo precisamente quanto) abbiamo dovuto riutilizzare i nostri sacco a peli, perché le lenzuola erano veramente qualcosa di indescrivibile!

TRASPORTI 
In Nepal ed ora in India, ci spostiamo nelle città o nei villaggi con il tuk tuk. La notizia più bella è che dopo più di 6 mesi, abbiamo preso il terzo treno del nostro viaggio intorno al mondo, cioè quello da Gorakhpur a Varanasi. L’ultima volta era in Indonesia tra Yogyakarta e Jakarta. Finalmente dopo parecchio tempo, si rivedono le metropolitane, perché nella nostra lista aggiungiamo quella di Kolkata e Delhi.

ATTRAZIONI TURISTICHE
Non abbiamo visto grosse attrazioni, ma quelle poche città che abbiamo visitato, ci hanno proiettato indietro nel passato. La valle di Kathmandu è splendida, come la capitale stessa, poi Pokhara, il Parco Nazionale di Chitwan e Lumbini sono posti favolosi, ma sicuramente i posti che più ci hanno stupito di più nel 21 mese di viaggio sono Varanasi e il Tempio d’Oro di Amritsar.

DCIM104GOPRO

Le #2caprenelmondo nel Tempio d’Oro di Amritsar

OGGETTI SMARRITI, ROTTI o NUOVI
Nel 21 mese di viaggio, a pochi km dal nostro rientro, abbiamo deciso di non comprare più niente, se non strettamente necessario o come ricordo dell’India. L’unica cosa che possiamo fare in questi giorni è di cercare di alleggerire il più possibile il nostro zaino, eliminando il superfluo, cioè tutti gli accessori che non ci servono più. Ad Amritsar ci siamo concessi il lusso di comprarci, dei souvenir, non sappiamo neanche da quanto tempo non succedeva, per la precisione io (Luca) mi sono permesso due bandane Sikh, mentre Roberta un bel bracciale in ferro grezzo, il tutto per la modica cifra di 1€!




INTERNET
Molto male. In Nepal, siamo riuscito in tre settimane ad avere una buona connessione una sola volta a Pokhara, mentre in India, si sta rilevando un disastro. Persino comprare una SIM prepagata è impossibile, ci abbiamo anche provato, ma la nostra scheda è stata disattivata! Se non si ha un garante indiano, in India è quasi impossibile stipulare un contratto telefonico. 

INCONTRI
Incredibile, ma vero. Siamo riusciti ad incontrare mentre aspettavamo i bagagli all’aeroporto di Kolkata, la nostra vecchia vicina di casa di via Buniva, un fatto straordinario se pensiamo a quante probabilità avevamo. Piacevole è stato incontrare anche Marco Materazzi (ora allenatore, prima ex calciatore) all’aeroporto di Delhi e anche qui se pensiamo a quante probabilità avevamo di incontrarci (essendo tra l’altro questo aeroporto il numero 1 al mondo per numero di passeggeri…).

LAVORO
Il nostro blog è continuato a crescere, in questo ultimo mese abbiamo superato le 15.000 pagine visitate. Un bel traguardo per due capre come noi. Inoltre ci fa sempre piacere sentire i nostri ex colleghi di lavoro.

schermata-2016-10-26-alle-14-05-31

NEWS
-La sterlina inglese ha raggiunto la parità con l’Euro, ma solamente se si acquistavano gli Euro negli aeroporti inglesi, mentre il cambio con il dollaro americano rimane costante a 1,10.
-E’ morto il Re della Thailandia.
-Trump ha vinto le presidenziali americane.
-Terremoto in Italia e in Nuova Zelanda (esattamente un anno fa partivamo per la NZ)
-L’India ha eliminato le banconote da 500 e 1000 Rupie.

Altro... Mesi in Viaggio
20 Mese di Viaggio

20 mesi di viaggio e sentirli tutti! E così che ci sentiamo da qualche giorno a questa parte: stanchi, vecchi,...

Chiudi