TEHERAN

Azadi Tower: Forse è l’unica architettura degna di nota di Teheran! Ha un carattere ben preciso e nulla da invidiare ad altre piazze nel mondo!
Non siamo saliti sulla cima, ma sicuramente la vista dovrebbe essere fantastica sopratutto nelle giornate di sole e cielo terso! 
Fate attenzione se volete attraversare la piazza in superficie, perché il traffico nella rotonda è devastante!
Esiste anche un sotto-passo molto comodo, si può raggiungere con la metropolitana, la stazione è Meydan-e Asadi della linea 4.
Costo: libero

Azadi TowerAzadi Tower

Darband: se volete sfuggire al caos e allo smog di Teheran, dovete assolutamente andare a visitare Darband: un sentiero alle pendici dei Monti Elburz che costeggia un fiume. Si raggiunge con la metro linea 1, quella rossa, bisogna scendere al capolinea Tajrish, anche se a volte non è segnata sulle cartine.
È suggestivo camminare tra gli asinelli che trasportano viveri, bombole di gas e quant’altro, e percorrere un sentiero in salita tra ristoranti e locali alla moda, incontrando gli iraniani più occidentali e ricchi.




Un modo molto piacevole per passare una serata al fresco, sorseggiando un the seduti sui classici divani persiani e magari fumarsi anche un ottimo narghilé!
Costo: libero

Locali di Darband

Bazar: tipico bazar medio orientale, quello di Teheran è utilizzato soprattutto dai suoi abitanti.
Un labirinto di viuzze, e negozietti, dove puoi trovare qualsiasi prodotto che desideri: dai magnifici tappeti persiani fatti a mano, dai gioielli, vestiti, utensili per la casa, spezie il tutto diviso in zone precise. A differenza di altri bazar, i commercianti non sono per nulla insistenti ma ti lasciano liberi di girovagare senza una meta precisa. State attenti ai carretti che sfrecciano per le vie, potrebbero essere molto pericolosi per le vostre caviglie.
Da non perdere le moschee che si trovano al centro del mercato, da provare invece sono i frullati, e gli ottimi ristoranti nascosti al suo interno!
Costo: libero

Teheran Bazar Bazar di Teheran

KASHAN
Bagh-e Fin Garden: è un tipico giardino persiano con vasche d’acqua, piscine, cupole e diverse piante. È un luogo piacevole dove sorseggiare del thè, prendersi una pausa e anche del fresco. Da ammirare ci sono i cedri, di oltre 500 anni. Nel complesso il giardino ci ha deluso, ci aspettavamo molto di più da questo complesso dichiarato patrimonio dell’Umanità, sicuramente si può omettere dai Must di Kashan! Si può raggiungiere con il taxi ad un costo di circa 100.000 Rial a/r
Costo: 150.000 Rial (circa 3,37€) p/p

Bagh-e Fin_HammamBagh-e Fin_Hammam

Hammam-e Sultan Hamas: è interessante visitare questo tipico bagno termale iraniano, ricoperto di piastrelle di un blu intenso, con piscina annessa. Da non perdere la visita alla terrazza per osservare la città dall’alto e per ammirare i tetti e tutti i Badgir. Da notare il ”sarough” un particolare tipo di gesso realizzato aggiungendo alla calce latte, il tuorlo d’uovo e la farina di soia, che pare fosse più resistente del cemento. Ricordarsi che l’Hammam è chiuso dalle 13 alle 16.
Costo: 150.000 Rial (circa 3,37€) p/p

Hammam-e Sultan AhmadHammam-e Sultan Ahmad

ESFHAN
Piazza dell’Imam (Naqsh-e Square): la seconda piazza più grande al mondo, é una delle meraviglie dell’Iran. Circondata da bellissime moschee, da giardini molto curati e da negozietti di souvenir, il momento più suggestivo è all’imbrunire, quando le fontane si accendono e gli iraniani iniziano ad affollare la piazza per il consueto pic-nic. Bisogna assolutamente viverla nel suo pienone, preferibilmente il giovedì sera, quando l’illuminazione rende mistica la piazza, ma fate molto attenzione ai calessi.
Costo: libero

Imam SquareImam Square

Moschea Masjed-e Shah: si affaccia sulla piazza ed è una delle più belle moschee. Rappresenta in pieno l’architettura persiana con le sue decorazioni blu, il suo cortile grandioso e la cupola. Assolutamente da vedere, ricordandosi che è pur sempre un luogo di culto.
Costo: 100.000 Rial (circa 2,25€) p/p

Moschea ShahMoschea Shah

Moschea Sheikh-Lotfollah: situata nella parte orientale della piazza dell’Iman, è la più piccola rispetto alle altre moschee ma è comunque molto bella: soprattutto la cupola ricoperta da piastrelle color crema che cambiano colore in base alla luce del sole, veramente affascinante.
Costo: 100.000 Rial (circa 2,25€) p/p

Masjed-e Sheikh Lotfollah

Masjed-e Sheikh Lotfollah

Moschea Masjed-e Jameh: si può raggiungere a piedi dal bazar, questa moschea é la testimonianza della creatività dello Sciá Abbas. Il magnifico portale d’ingresso porta delle imperfezioni volute dall’artista per rappresentare la sua umiltà difronte ad Allah. Gli studiosi ritengono che siano stati i seguaci Zoroastriani a celebrare le prime funzioni religiose in questo sito. Chiude alle 12:00 per pranzo
Costo: 150.000 Rial (circa 3,37€) p/p

[caption id="attachment_1489" align="aligncenter" width="1024"]Masjed-e Jameh Masjed-e Jameh

Ponte Khajou: il più bello tra i ponti che abbiamo visitato. Utilizzato nel passato anche come diga, e come dimora per lo Scià Abbbas. Peccato che la maggioranza del tempo il letto del fiume è completamente asciutto.
Costo: libero

Ponte Khaju

Ponte Khaju

Ponte Si-o-Seh: ponte molto antico, collega il quartiere armeno con il centro della città. Svolge la doppia funzione di ponte e diga. Il momento migliore per passeggiare sul ponte è al tramonto, dove si possono incontrare gli abitanti di Isfahan, soprattutto i giovani, che ascoltano musica,ballano e si divertono in compagnia, ma fate attenzione a fare le fotografie, potreste essere fermati dalle guardie!
Costo: libero

Ponte Si-o-Seh

Ponte Si-o-Seh

YAZD
Centro Storico: perdersi tra i vicoli del centro storico è una delle più belle esperienze di questa città. Le case, costruite di fango essiccato al sole, sono circondate da alte mura, che rendono questa città magica; dai tetti si innalzano i famosi Badgir (torre di areazione) e le cisterne per l’acqua. Oltre le case, potete trovare moschee, hamman e fantastiche terrazze. Non abbiate paura di perdervi in questi meravigliosi vicoli, che creano un labirinto; cercate di scrutare anche le maniglie delle porte, non sono tutte uguali, producono suoni differenti, un suono per gli uomini e uno per le donne.
Costo: libero

Vicoli di Yazd

Vicoli di Yazd

Tempio del Fuoco Zoroastriano: in questo piccolo tempio, pare che la fiamma arda ininterrottamente dal 470 d.c., la si può notare dietro ad un vetro nero che tra l’altro non permette di fare delle belle fotografie, il tempio è un po’ fuori mano da raggiungere a piede, comunque ne vale la pena vederlo!
Costo: 50.000 Rial (circa 1,12€) p/p

Tempio del Fuoco

Tempio del Fuoco

Masjed–e Jameh Mosque: questa moschea domina il centro storico. I suoi minareti, tra i più alti dell’Iran, sono di varie tonalità di blu e si possono apprezzare soprattutto di sera, quando sono illuminati.
Costo: libero

Moschea di Yazd

Moschea di Yazd

Kharanaq: villaggio di mattoni e fango, si trova a circa 70 km da Yazd. Questo piccolo villaggio è quasi del tutto disabitato e ormai fatiscente; forse per questi motivi è molto affascinate camminare tra le rovine e immaginare come poteva essere vivere in queste casette di fango. Volendo si può salire sulle mure e sul tetto, molto affascinante si può godere di un ottimo panorama. Nelle vicinanze c’è anche un meraviglioso caravanserraglio, adibito ad alloggio, ne vale la pena visitarlo per 50.000 Rial
Costo: libero

Villaggio di Kharanaq

Villaggio di Kharanaq

Narein Castle (Meybod): il castello si trova nel centro del villaggio di Meybod. È considerato il più antico edificio di mattoni e fango sopravvissuto in Iran. Se salite in cima, potrete ammirare una magnifica vista che spazia dai tetti della città al deserto. Attenzione, perchè può fare veramente molto caldo, non ci sono zone in ombra, se non all’ingresso dove c’è anche una distributore di acqua.
Costo: 150.000 Rial (circa 3,37€) p/p

Vista dal Castello

Vista dal Castello

Pigeon Tower (Meybod): non dovete assolutamente perdere la visita a questa piccionaia, un luogo unico, dove venivano raccolti i piccioni e allevati per raccogliere gli escrementi, utilizzati successivamente come concime per l’agricoltura. Un edificio particolare proprio per il suo utilizzo, anche perchè dall’esterno non si riconosce.
Costo: libero

Interno Piccionaia

Interno Piccionaia

KERMAN
Kalouts: zona desertica caratterizzata da castelli di sabbia alti dai cinque ai dieci piani, creati dall’erosione del vento. È una delle zone più calde e quando ti avvicini, senti il calore sulla tua pelle e perfino sui vetri della macchina. Si può camminare sulla sabbia del deserto e scalare questi castelli di roccia. Qui il deserto è meno arido e la sabbia ricorda quella dei deserti africani. I momenti migliori per visitare questa meraviglia della natura sono l’alba e il tramonto quando la luce ravviva i colori e il caldo diventa più sopportabile. Si raggiunge solo con escursioni organizzate. Assolutamente da non perdere.
Costo: libero

Kalouts

Kalouts

Shazdeh Garden: lungo la strada principale di Mahan, in mezzo al deserto, si trovano questi bellissimi giardini persiani. Un oasi di pace e tranquillità, adattissima a rinfrescarsi e sorseggiare un buon thé. Oltre ai giardini, ai bellissimi fiori, e alle fontane, si può osservare il Palazzo Qagiaro trasformato ora in un negozio di souvenir.
Costo: 150.000 Rial (circa 3,37€) p/p

Bagh-e Shahzde

Bagh-e Shahzde

Rayen: piccola cittadina che sorge all’ombra del monte Hezar, a pochi km da Kerman. su una collina si può visitare la cittadella antica di mattoni essiccati al sole: Arge-e Rayen. Le mura che circondata questa cittadella sono molto spesse e sostengono le 15 torri;  all’entrata si può trovare l’antico bazar e la scala (nella sala del plastico a sinistra) che ti porta sui bastioni dove si gode una bellissima vista. All’interno, si osserva il palazzo del Governo costituito da quattro edifici; da un balcone si può osservare bene il monte ancora innevato. Da quando Bam è stata distrutta dal terremoto è rimasta l’unica valida alternativa.
Costo: 150.000 Rial (circa 3,37€) p/p

Villaggio di Rayen

Villaggio di Rayen

SHIRAZ
Tomba di Hafez: visitare questa tomba permette di capire l’importanza della poesia e della cultura per il popolo iraniano.  Il mausoleo è circondato da un bel giardino con fontane e sopra la tomba si possono leggere versi della poesia di Hafez.  Si può raggiungere facilmente con il taxi e con una passeggiata dal centro, di circa mezz’ora.
Costo: 100.000 Rial (circa2,25€) p/p

Hafez

Hafez

Arge Karim Khan (Fortezza): imponente struttura che domina il centro di Shiraz. Questa fortezza faceva parte del complesso reale di Karim Khan che fece costruire per contrastare la rivale Esfahan. La cosa più particolare è una delle torri che pende verso la cisterna sotterranea che serviva come Hamman. All’interno si può trovare un giardino con alberi di agrumi.
Costo: 100.000 Rial (circa2,25€) p/p

Bastione pendente

Bastione pendente

Shah-e Cheragh Shrine: uno dei più bei mausolei di tutto l’Iran. Qui è sepolto il fratello di uno dei 12 Iman che con Maometto diedero origine all’Islam. Fa parte di u comprensorio religioso con moschea, giardini e fontane, ma la cosa che più colpisce è l’interno del mausoleo: tappezzato di specchietti che ti abbagliano con la loro luce. Per entrare, le donne devono indossare lo chador (che ti forniscono all’ingresso) lungo fino ai piedi e l’ingresso è separato uomini e donne.
Costo: 50.000 Rial (circa1,25€) per l’affitto dello chador

Moschea di Ali Ebn-e Hamze

Moschea di Ali Ebn-e Hamze

Lago Maharlu: a pochi km da Shiraz, si può trovare questo lago di sale, ideale se avete del tempo vuoto da riempire, bellissimo alla sera, mancano solo i fenicotteri e non ha niente da invidiare al Salar de Uyuni, forse la caratteristica che lo rende particolare è il rosa del sale stesso.
Costo: libero

Deserto di Sale

Deserto di Sale

Persepoli: sito archeologico che rappresenta al meglio la vastità e il crollo dell’impero persiano. Si possono osservare scalinate con bassorilievi, porte d’ingresso, edifici e tombe. Nel 1979 è stata inserita dall’Unesco nella lista dei siti del Patrimonio dell’Umanità. Appena entri nel sito, la cosa che più colpisce è la porta di tutti i Popoli dove passavano le delegazioni straniere e i bassorilievi sulle rampe delle scale che rappresentano i cortei dei soldati e dei portatori di doni. Assolutamente da non perdere la visita alle tombe, anche se c’è da scarpinare un po’ sotto il sole, ma la vita sul sito è da perdere il fiato.
Costo: 150.000 Rial (circa 3,37€) p/p

Porta di Serse

Porta di Serse

Pasargade: di questo complesso archeologico rimane davvero poco, ma la sua grandezza ti fa capire la dimensione di questa città achemenide. Da visitare la tomba di Ciro il Grande, imponente, maestosa e nello stesso tempo semplice. Se si vede prima Persepoli, rimarrete delusi da questo sito, fate molta attenzione, non ci sono zone in ombra e al pomeriggio può fare molto caldo.
Costo: 150.000 Rial (circa 3,37€) p/p

Tomba di Ciro

Tomba di Ciro

Naqsh-e Rostam: splendide tombe rupestri, scolpite interamente nella roccia in posizione elevata rispetto al suolo, sono assolutamente da vedere queste 4 tombe.
Costo: 100.000 Rial (circa 2,25€) p/p

Tombe Rupestri

Tombe Rupestri

QOM
Hazrat-e Masumeh: è il santuario per eccellenza dopo quello di Mashhad, il centro spirituale e fisico, ospita la tomba di Fatemeh, sorella dell’Imam Reza. Magnifica da vedere il venerdì, per il pellegrinaggio dei suoi fedeli, è sempre aperta anche alla notte, ma per poter accedere, lo si può fare solamente con una guida della moschea e alle donne è imposto lo chador. Comunque è da non perdere e come tutte le moschee alle sera cambia pelle.
Costo: libero

Santuario di Qom

Santuario di Qom

Altro... Iran
Dove dormire in Iran

Firouzeh Hotel -Teheran- Albergo a 1 stella e possiamo dire che la vale tutta! Siamo arrivati in questo albergo alle 5:30 del...

Chiudi