Visualizza Iran in una mappa di dimensioni maggiori

In due settimane, viaggiando in autobus e con tanta buona volontà, è possibile visitare le città e i monumenti più importanti dell’Iran.

19/05_Teheran: quasi tutte le soluzioni economiche per il pernottamento si trovano nella zona meridionale della città, nel raggio di circa 1 km dalla Piazza Imam Khomeini. Questo è anche il posto dove andare alla ricerca di un buon kebab. Spostarsi con la metro è molto comodo ed economico, non abbiamo mai avuto problemi legati alla sicurezza, anzi abbiamo sempre incontrato persone molto disponibili.
Una cosa è certa, il livello d’inquinamento è elevato, così come il caldo, ma la preoccupazione maggiore, per chi visita questa metropoli è il traffico: il livello di educazione stradale è disastroso, le motociclette possono viaggiare in contromano, il semaforo è un optional e attraversare la strada è un’impresa faraonica. Il consiglio che possiamo dare è di seguire gli abitanti, mentre attraversano. In giornata è possibile visitare:
-Ex Ambasciata Americana;
-Bazar;
-Azadi Tower;
ma se non siete troppo stanchi dal viaggio come lo eravamo noi, Teheran è famosa anche per i suoi musei di arte moderna e per il Golestan Palace.
20/05_Kashan: con un bus in mattina e un viaggio di circa 4 ore arriviamo in questa piccola cittadina, ai margini del deserto centrale. E’ un bel paese circondato da vicoli di terracotta, tanto che per trovare la nostra guesthouse, ci siamo dovuti affidare alla buona sorte di una donna locale.
Kashan è famosa per:
-i suoi edifici storici del XIX secolo;
-l’Hammam;
-Bagh-e Fin
-il bazar coperto;
Inoltre è possibile assistere all’operato dei panettieri che produco il caratteristico Sangak
21/05_Esfhan: facile da raggiunger in bus in circa 4 ore, questa città, più moderna e turistica, definita la metà del mondo, dove le donne osano vestirsi in maniera più occidentale e dove si possono incontrare per strada o al parco, ragazzi che ”amoreggiano”. Qui è possibile ammirare i più grandi edifici del mondo islamico:
-Imam Square;
-la moschea di Masjed-e Shah;
-la moschea Masjed-e Sheikh Lotfollah;
22/05_Esfhan:
-bazar, uno dei più antichi dell’Iran
-la mosche Masjed-e Jameh
-e per finire i famosi ponti sul fiume Zayandeh.
23/05_Yazd: dopo aver attraversato gli altipiani desertici sempre viaggiando con il bus, siamo arrivati, in questo villaggio, dove il caldo e la sabbia la fanno da padrona.
Un piccolo villaggio all’interno di mura di mattoni di fango e paglia, tutte le case presentano i caratteristici Badgir, vicoli e stradine strette che s’intrecciano, realizzando un labirinto magico. Nel centro cittadino abbiamo potuto ammirare:
-prigione di Alessandro;
-la moschea Masjed-e Jameh.
24/05_Yazd: giornata dedicata all’escursione, senza prima dimenticarci di visitare il Tempio del Fuoco Zoroastriano. Con il nostro driver, contattato tramite la guesthouse, abbiamo visitato:
-Kharanaq;
-Chak Chak;
-Meybod.
25/05_Kerman: dopo un lungo viaggio in bus, dove si possono scorgere i dromedari che vivono liberi nel deserto, siamo arrivati nella regione sud-orientale dell’Iran. Questa città commerciale del deserto, ai confini con il Pakistan, è stata per lungo tempo, un punto di sosta per i viaggiatori che attraversavano la Persia. Il paese è una sorta d crogiolo di culture e di razze diverse. Anche se molti iraniani vi consigliano di non visitarla per il problema della droga, le cose da vedere e da fare sono tantissime, di cui:
-la moschea Masjed-e Jameh;
-l’antico bazar.
26/05_Kerman: escursione di una intera giornata, con driver ottenuto grazie al contatto con l’albergo, delle seguenti città:
-Rayen;
-Mahan;
-Kalut.
27/05_Shiraz: arrivati in serata da Kerman, dopo circa 8 ore di viaggio in bus, questa splendida e caotica città non ci ha permesso niente altro che mangiare e andare a dormire.




28/05_Shiraz: celebrata come la culla della cultura persiana, Shiraz è nota sopratutto per il suo sapere, la poesia e in passato per il vino. Facile da girare a piedi, abbiamo dedicato l’intera giornata alla parte vecchia:
-la fortezza Arg-e Karim Khan;
-la tomba di Hafez;
-il nuovo e vecchio bazar;
-la moschea Immamzadeh-ye Ali Ebn-e Hamze;
-la moschea Vakil
-il lago di sale a Maharlu, fuori Shiraz raggiungibile in taxi.
29/05_Shiraz: fantastica escursione di quasi una giornata intera, organizzata con un taxi incontrato per strada, abbiamo potuto ammirare:
-Persepoli;
-le tombe Rostam e Rajab;
-Pasargade.
30/05_Qom: dopo aver trascorso una notte, nei nostri amati bus in classe VIP, al mattino presto raggiungiamo questa città. La seconda città santa dopo Mashhad, risiede l’ala del clero più intransigente, è indubbiamente la città in più rapida crescita sotto l’aspetto delle infrastrutture. Essendo oggi venerdì, ci uniamo ai pellegrini islamici per visitare il santuario Hazrat-e Masumeh e il relativo bazar.
31/05_Teheran: prima di prendere il volo di rientro, passiamo ancora l’intero pomeriggio a girovagare tra il bazar e la zona nord della capitale, trascorrendo le ultime ore, fumando un Narghilè e sorseggiando del buon thè a Darband.
01/06_Aeroporto di Teheran: è arrivato il momento di salutare l’Iran e dici arrivederci, senza dimenticare di spendere gli ultimi Rial, nei souvenir dell’Aeroporto.

Altro... Iran
Le principali attrazioni turistiche dell’Iran

TEHERAN Azadi Tower: Forse è l'unica architettura degna di nota di Teheran! Ha un carattere ben preciso e nulla da invidiare...

Chiudi