Riti funebri di Tana Toraja, Sulawesi

Per visitare la particolare e splendida zona di Tana Toraja, noi abbiamo scelto di fare base a Rantepao, il viaggio da Makassar è molto lungo, ma ne vale sicuramete la pena.
La nostra prima idea era di affittare uno scooter è di girare per i villaggi in piena autonomia, ma per la strada, proprio il primo giorno nel paesino, abbiamo incontrato un ragazzo (scopriremo solo dopo che era una guida locale) di nome Imanuel, che ci ha condotto alla Riana Home Stay è si offerto di farci da guida per il cerimoniale funebre.

IMG_6079
Il ragazzo mentre si prepara per sgozzare un altro bufalo

La cultura dei morti per la popolazione di Toraja è davvero importante e rappresenta una festa, infatti dopo mesi di preparazione, organizzano un grande funerale, dove vengono sacrificati animali per onorare il defunto.
Inoltre, organizzare questo imponente funerale significa aiutare la persona deceduta a passare al “puya”, cioè il mondo dell’oltretomba. Se questi rito non sono adeguati, si crede che lo spirito del defunto possa portare disgrazie alla famiglia.
Decidiamo quindi di accettare la proposta di Imanuel, 500.000 IDR tutto compreso: noleggio dello scooter con relativa benzina, donazione alla famiglia del defunto, ingresso a tre siti funebri, l’unica cosa che dobbiamo pagarci è il pranzo!

DCIM101GOPRO
Le #2caprenelmondo in compagnia di Imanuel

Siamo davvero molto incuriositi di assistere a questa cerimonia, sicuramente molto lontana dalla nostra cultura occidentale, d’altronde quando ci ricapiterà mai?
La guida ci raccomanda di indossare, durante la cerimonia, una maglia nera, infatti il colore nero rappresenta la morte.
Ci svegliamo presto e ci dirigiamo con il nostro scooter e Imanuel verso il villaggio, Balik. Il primo tratto di strada è asfaltato poi inizia la vera avventura. Infatti, a causa delle forti piogge del giorno precedente, il terreno è coperto di fango ed è molto scivoloso. Ad un certo punto, il livello del fango è davvero elevato e dobbiamo parcheggiare i nostri motorini poco distante dal villaggio.
Ci incamminiamo a piedi con una certa difficoltà. Il villaggio è costituito da case di legno, tutte rialzate da terra, vicino alle capanne si trovano delle particolare piccole case con un tetto assomigliante a una barca, dove è contenuto il grano.
Queste sono molto semplici, in legno e con poche decorazioni, in seguito ne vedremo di altre, molto piu grandi e ben decorate.

IMG_5922
Strada per modo di dire
IMG_5971
Villaggio di Balik
IMG_6118
Il villaggio si prepara al cerimoniale funebre scarificale

Osserviamo che tutto il villaggio è indaffarato alla preparazione della cerimonia, molti ragazzi stanno bruciando i peli di un povero maiale e tagliando la pancia per togliere le viscere che verranno poi cotte dentro il bambù. Anche il resto della parte del maiale verra cucinata dentro il bambù con l’aggiunta di sale e varie spezie.

Al centro del villaggio, davanti alla piccola chiesa sono stati costruiti dei palchi in legno dove le persone del villaggio si siedono, per terra, per assistere alla cerimonia.
Anche noi ci sediamo, accolti dalla famiglia del defunto, morto due mesi prima.
Il corpo del defunto viene conservato in speciali tessuti che ne preservino l’integrità mentre la famiglia si prepara ai festeggiamenti.
Spesso per raccogliere il denaro per allestire il funerale, ci vuole molto tempo, a volte mesi.
La popolazione di Tana Toraja crede che gli animali debbano seguire il proprio padrone, per questo vengono uccisi durante la cerimonia. Inoltre il bufalo è associato al potere, quindi più bufali si uccidono, più la famiglia è considerata importante e ricca.
Ci accomodiamo davanti alla chiesa dove ci viene offerto un buon caffe e dei dolci tipici della zona.

IMG_6015
Alcun i ragazzi del villaggio, mentre macellano la carne di maiale
IMG_6091
Palco
IMG_5987
La moglie del defunto

Ad un certo punto arrivano quattro bufali che verrano uccisi durante la cerimonia. Ci alziamo per osservare meglio la scena.
Vedere ammazzare davanti ai propri occhi, un povero animale indifeso, fa davvero un certo effetto, inoltre viene sgozzato vivo e la sua morte è molto lenta e sofferente, gli ultimi due bufali lotta fino alla fine per scampare alla morte.
Ovviamente non rispettiamo queste pratica cruente, ma fa parte di una credenza molto antica, tuttora in uso in questa terra, nonostante la religione che professino ora sia cristiana e cattolica.




Prima che arrivassero i missionari europei, la popolazione era politeista, credevano in vari Dei, collegati agli elementi naturali.
Dopo aver assistito alla mattanza, ci viene offerto da mangiare il maiale cotto nel bambù e un liquore di palma, servito anch’esso all’interno del bambù, una vera prelibatezza…!
Anche la carne di bufalo verrà macellata e cucinata.

IMG_6110
Carne di maiale, precedentemente macellata, ora pronta da mangiare

Il nostro tour continua per le tombe di Suaya, Tampangallo e l’albero dei bambini, prima di concederci ad un pranzo tipico indonesiano dal gusto piccante!

ATTENZIONE IL VIDEO SEGUENTE CONTIENE IMMAGINI CHE POTREBBERO URTARE LA TUA SENSIBILITA’

Riti funebri di Tana Toraja, Sulawesi ultima modifica: 2016-04-18T12:00:33+00:00 da Idea Nomade
Posted on: 18/04/2016

Rispondi

Altro... Indonesia
#421.Da Kuta Lombok a Rantepao (Il compleanno della viaggiatrice)

Quale modo migliore per festeggiare i 38 anni se non viaggiando..? Oggi è il compleanno di Roberta, il compleanno della...

Chiudi