#653.Da Udaipur a Jaipur (Da una città all’altra)

Con questo viaggio da Udaipur a Jaipur, chiudiamo il triangolo del Rajasthan. Siamo passati prima dalla piccola cittadina di Jodhpur, poi alla tranquilla Udaipur e infine nella capitale: Jaipur!
Per spostarci tra una città e l’altra abbiamo scelto il bus come mezzo di locomozione, perché , di notte, preferiamo viaggiare con il bus e non il treno.

Il biglietto lo avevamo comprato dalla Jain Travels, appena arrivati per 250 INR p/p, per il posto a sedere, che è comunque molto comodo, ma poi quando siamo partiti abbiamo scoperto che ci avevano rivenduti alla Raj Travles.
Quando prendiamo i bus notturno con partenza intorno alle 22:00, le giornate sono molto lunghe anche perché abbiamo poco da fare, l’unica cosa è quella di far passare il tempo.
La mattina la trascorriamo vicino al lago Pichola, ammirando gli indiani intenti a farsi i selfie e i giri in barca attorno al lago.
Sulle sponde ci sono come sempre i venditori ambulanti, maghi e i classici fotografi che ti vestono da Maharaja con tanto si spada per una posa unica nel suo genere.




Il pomeriggio invece lo trascorriamo prima in una bella caffetteria e poi nel nostro albergo con un chai e con il proprietario a parlare di matrimoni indiani. sapete che una famiglia media (cioè della casta media) spende circa 8.000 € per un matrimonio? Considerando che uno stipendio medio è di circa 400€ al mese!
Alla sera dopo aver visto un altro splendido tramonto sul lago ed il palazzo illuminarsi, prendiamo i nostri zaini e ci incamminiamo verso la stazione degli autobus che si trova a soli 2 km di distanza.

img_3454
Il City Palace illuminato

In principio eravamo d’accordo di prendere un tuk tuk, anche perché il costo è irrisorio, sono appena 80 INR, vale a dire circa 1€, ma dopo guardandoci in faccia (come sempre) decidiamo di andare a piedi, perché ormai è nella nostra natura risparmiare.
Possiamo dire con franchezza di essere diventati tirchi, ma molto tirchi.
Questa scelta è opinabile, ma a noi piace così:camminare a piedi e mescolarci con la gente!

Alle 20:00 in punto siamo davanti alla Jain travels, non ci rimane che aspettare in compagnia degli indiani.
Se i cambogiani erano “cose inutili”, gli indiani sono “cose stupide”.
Loro non hanno la minima educazione e senso civico nelle cose che fanno, per loro è normale sputare in continuazione, gridare, ruttare e scorreggiare in pubblico. Non hanno freni inibitori e nessun rispetto per gli altri, anche se tra i giovani (solo alcuni) le cose sono differenti.
Alle 10:30 con circa 30 minuti di ritardo, arrivano una marea di bus, tra cui anche il nostro, ma non è quello che ci aspettavamo.
Il nostro è di un’altra compagnia, la Raj Travels, sempre pulito e con le cuccette, ma con i sedili rotti, per fortuna che non fa freddo ed i finestrini si possono chiudere!

img_3455
L’Alba indiana a Jaipur

Il viaggio trascorre veloce, a differenza delle altre volte, questa notte, non sale molta gente, anzi quasi nessuno e per un’altra volta sola ci fermiamo per andare in bagno.
Alle 7:30 siamo arrivati a Jaipur, nella capitale del Rajasthan, siamo passati da una città all’altra!

#653.Da Udaipur a Jaipur (Da una città all’altra) ultima modifica: 2016-12-02T12:00:23+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... GdM : Le Tappe, India
Udaipur la città bianca

Udaipur è una città molto affascinate grazie ai suoi palazzi dipinti di bianco, chiamata per questo la città bianca dell'India,...

Chiudi