Seleziona una pagina

Nome Completo: Repubblica dell’India
Codice: IND
Capitale: Nuova Delhi
Lingua Ufficiale: Hindi
Fuso Orario: UTC +5:30
Prefisso telefonico: +91
Scheda Completa: fonte Wikipedia

Bandiera India

Bandiera India

QUANDO ANDARE

In linea di massima, i mesi più piacevoli sono quelli che vanno da Ottobre a Marzo. Nell’estremo sud i monsoni fanno sì che, tendenzialmente, il periodo migliore vada da Gennaio a Settembre. I deserti del Rajasthan e la regione himalayana nordoccidentale offrono il meglio di sé nella stagione dei monsoni. Tuttavia è opportuno conoscere bene le festività indiane prima di recarsi nel paese per non rimanere intrappolati su qualche treno sovra follato!

VISTO

I cittadini Italiani, che si recano in India, hanno bisogno di ottenere il visto prima di recarsi nel paese. Le autorità indiane non rilasciano visti all’arrivo in aeroporto nei valichi di frontiera. Per procurarsi il visto è necessario recarsi in una delle tante ambasciate indiane.
Come ottenere il visto indiano all’Ambasciata di Kathmandu, in Nepal.

RISCHI SANITARI

È consigliato il vaccino di tifo e colera, per evitare spiacevoli mal di pancia. L’igiene è un fattore da non sottovalutare in India. Evitate per qualsiasi motivo di bere acqua non imbottigliata!
Inoltre è consigliato viaggiare con una buona assicurazione sanitaria e portarsi sempre con se una piccola farmacia da viaggio.

TRASPORTI

AEREI: I principali punti d’ingresso del paese sono l’aeroporto di Mumbai e Delhi. I collegamenti con l’Italia, sono garantiti dalle maggiori compagnie aeree europee e da quelle arabe.
Se decidete di spostarvi in aereo all’interno del paese (la scelta migliore), sappiate che i controlli di sicurezza possono essere molto rigidi.
Le principali compagnie low-cost indiane sono IndiGo e SpiceJet, entrambe offrono ottimi prezzi e comprendono sempre il bagaglio a mano da 7 Kg, più il bagaglio da stiva di 15 Kg.

AUTOBUS: a differenza dei treni, i bus, sono sicuramente più comodi, ma allo stesso tempo sono molto più cari. Di solito le stazioni dei bus si trovano appena fuori dai centri abitati, ma comunque facilmente raggiungibili con una corsa in tuk tuk.
Se vi capita di viaggiare di notte, potrete scegliere tra le cuccette (simili a quelle dei treni) oppure sul classico sedile reclinabile. Noi vi consigliamo la seconda opzione, perché rimane comunque una soluzione comoda ed economica.

Ecco alcuni prezzi di riferimento con posto a sedere e sedile reclinabile:
-Amritsar-Delhi: 700 INR p/p;
-Agra-Jodhpur: 500 INR p/p;
-Jodhpur-Udaipur: 250 INR p/p;
-Udaipur-Jaipur: 250 INR p/p;
-Mapusa-Mumbai: 700 INR p/p

TRENI: anche se viaggiare in treno in India, può essere un’esperienza unica e fantastica, noi non vi consigliamo sicuramente questo mezzo di trasporto. Sporchi e pericolosi, i treni rimangono comunque il mezzo più utilizzato dai backpackers.

Per comprare il biglietto vi consigliamo di affidarvi agli sportelli per turisti presenti in quasi tutte le stazioni indiane e di lasciar perdere tutte quelle procedure che si trovano in rete. Non c’è niente di più facile e veloce comprare il biglietto del treno alla stazione. Potete comprarli anche con qualche giorno d’anticipo se proprio non volete rimanere a piedi durante una festa indiana.

I posti a sedere sono indicati sul biglietto, così come il numero di vagone e di solito vengono sempre fatti rispettare. Sul treno non mancano venditori ambulanti e mendicanti, cosa quest’ultima assente nei bus.

Karma indiano alla stazione di Delhi

Stazione di Delhi

METROPOLITANE: le metropolitane di Kolkata e Delhi, sono molto utili per raggiungere le principali attrazioni delle rispettive città. In entrambi i casi si acquista un gettone, che bisognerà poi restituire all’uscita, il costo della corsa è legato al numero di km da percorrere.

Mappa metro Delhi

Mappa metro Delhi

IMBARCAZIONI: l’unica imbarcazione che abbiamo preso durante il nostro viaggio in India, sono i piccoli battelli che in 60 minuti collegano Mumbai Gate ad Elephant Island. Il costo è fisso a 180 INR a/r. I posti a sedere sul ponte superiore costano 10 INR in più.

Imbarcazioni di Mumbai per Elephant Island

Imbarcazioni di Mumbai per Elephant Island

TAXI e TUKTUK: possono essere di colore, verde/nero, giallo/nero, giallo/verde, giallo/blu e in altri casi anche bianchi. I tassametri non vengono quasi mai adoperati, ad eccezione dei taxi di Mumbai. Molto comodi sono i taxi pre-pagati dell’aeroporto o comunemente chiamati a “prezzo fisso”, se avete paure di truffe o di ricatti vari, potete sempre fotografare la targa della macchina che vi caricherà.

Ecco alcuni prezzi di riferimento:
-Tuktuk Varanasi, 100 INR dalla stazione ai Ghat, 500 INR dai Ghat all’aeroporto;
-Taxi Kolkata, dall’aeroporto al centro città, sia preparato che no, circa 500 INR;
-Taxi Amritsar, preparato, dall’aeroporto al Golden Temple 500 INR;
-Tuktuk Amritsar, dal Golden Temple alla stazione 100 INR;
-Tuktuk Agra, dalla stazione al centro cittadino 150 INR, Tuktuk per/da Taj Mahal, circa 200 INR a/r.;
-Tuktuk Jodhpur, da/per la stazione dei bus, circa 120-150 INR;
-Taxi privato dall’aeroporto di Goa a Anjuna, 1300 INR;
-Taxi da Anjuna a Mapusa 300 INR;
-Taxi dal centro di Mumbai all’aeroporto 400 INR.

Taxi di Kolkata

Taxi di Kolkata

Tuk tuk di Delhi

Tuk tuk di Delhi

Se proprio non potete farne a meno, evitate di prenotare i taxi, tuktuk e biglietti di treni o bus, direttamente nelle guesthouse, perché i prezzi possono essere maggiori. Infine ricordate sempre di contrattare la corsa prima di iniziare, gli indiani sono persone molto furbe!

VALUTA

La moneta ufficiale è la Rupia Indiana (INR).
Nel momento in cui siamo stati in India, abbiamo avuto l’onore di assistere al più grande cambio valuta della storia mondiale. Cioè dal 9/11/2016, il governo in carica ha deciso di abolire per svariati motivi le banconote da 500 e 1000 INR, sostituendole con le nuove banconote da 500 e 2000 INR.

Le banconote sono così suddivise: 10, 20, 50, 100, 500 e 2.000 INR. La banconota da 10 INR equivale a circa 0,14 €, mente la banconota più grande, cioè quella da 2.000 INR equivale a 27 €.

Banconote indiane

Banconote indiane

Le monete sono così suddivise: 1, 2, 5, e 10 INR. La moneta da 1 Rupia equivale a circa 0,01 €, mente la moneta più grande, cioè quella da 10 INR equivale a 0,14 €.

Monete indiane

Monete indiane

Attenzione se vi recate in India nei primi mesi del 2017, potreste avere ancora grossi problemi nel reperire denaro contante. La situazione dovrebbe migliorare solamente dalla metà del 2017, fino a quel punto prelevare denaro in un ATM potrebbe essere difficile e cambiare soldi ad un exchange money potrebbe essere veramente svantaggioso!

CARTE DI CREDITO E BANCOMAT: utilizzare le carte bancomat in India, può essere un’impresa, perché nonostante gli ATM siano abilitati ai circuiti internazionali, non tutti dispongono di abbastanza contanti, comunque l’importo massimo prelevabile è di 2.000 INR, con una commissione di 200 INR (ma questa cifra è variabile, in base alla concessione governativa del denaro contante, prima del cambio monete, si poteva prelevare 10.000 INR massimo).
Le carte di credito vengono accettate raramente, in alcuni esercizi le commissioni applicate possono arrivare al 5%.

INTERNET e TELEFONIA

L’unica connessione decente e degna di note l’abbiamo trovata a Delhi e Mumbai, per il resto in India, la qualità del Wi-Fi è bassa a volte inesistente.

SIM Airtel 4G

SIM Airtel 4G

Le uniche SIM prepagate funzionanti in maniera decente sono: Airtel e Vodafone. Noi abbiamo optato per la prima (più economica). Ricordatevi che serve una copia del passaporto per acquistare una SIM e dopo circa 2 giorni, dovrete attivare il numero. Se non siete capaci, fatelo fare dove avete acquistato la SIM. Il 4G non è sempre presente e a volte il segnale è proprio basso. Noi abbiamo pagato per una SIM Airtel 4G (solo dati) con 2Gb inclusi, 400 INR.

PRESA ELETTRICA

In India le prese di correnti sono a due poli, quindi uguali a quelle europee, ma è comunque consigliato portarsi un adattatore da viaggio ! Sono frequenti i black-out e a volte in camera si possiede una sola presa di corrente, per questo è consigliato portare sempre con sé una batteria supplementare.

Presa di corrente indiana

Presa di corrente indiana