Il Guatemala è un paese affascinante grazie alla cultura indigena, al ricchissimo patrimonio maya e agli incantevoli paesaggi. Ricorderò i visi dei bimbi che ti salutano allegramente, i colorati vestiti delle donne che vendono al mercato e la spiritualità che aleggia nei piccoli villaggi.

Panajachel
È il centro più grande e affollato sulle rive del lago de Atitlan.
La via centrale Calle Santander è una successione d’internet bar, agenzie di viaggi, negozi di artigianato e rumorosi tuk tuk. Ma se vi spingerete fino alle rive del lago, si può capire come mai PanaJachel è meta di così tanti turisti: il lago con le sue acque azzurre, i vulcani e i vari villaggi situati sulla riva del lago.

Reserva Natural Atitlan
Situata a 200m dopo l’hotel Atitlan, è perfetta per un’ escursione in giornata. Seguite il sentiero principale, dopo aver attraversato alcuni ponticelli, raggiungerete una cascata. Potrete incontrare le scimmie ragno.
Se volete visitare gli altri villaggi, situati sulle rive del lago, potete prendere un’imbarcazione che partono dal molo della Playa Publica; sono dirette a San Pedro La Laguna, Santiago Atitlan e San Antonio Palopo.

San Pedro la Laguna
Situato alla base dell’omonimo vulcano, questo villaggio è uno dei più visitati. I pedranos (gli abitanti del villaggio) si riuniscono nel vivace mercato che si trova tra i due moli. Il mercato è rimasto autentico, i cibi e i prodotti di artigianato sono deposti su piccoli banchetti di legno o su tende colorate messe direttamente sul pavimento.
Potrete visitare anche due interessanti musei dedicati alla cultura maya.

Mercato di San Pedro la Laguna

Mercato di San Pedro la Laguna

Santiago Atitlan
Sulla sponda meridionale del lago, dalla parte opposta rispetto a Panajachel, Santiago Atitlan è la più grande località del lago con una forte identità indigena. Le donne infatti indossano i loro costumi tipici: gonne a righe color porpora ricamati con uccelli e fiori. Il luogo dove potrete osservare gli abitanti del luogo è il mercato che si svolge il venerdì e la domenica. Santiago Atitlan è importante per i suoi prodotti di artigianato.
Iglesia Parroquial Santiago Apostol venne costruita dai frati francescani. Una targa, all’interno della chiesa, commemora un prete missionario, amato molto dagli abitanti, ma odiato dagli squadroni della morte di estrema destra che lo uccisero vicino alla chiesa.

San Antanio Palopo
Potrete osservare, arrivando a San Antonio, gruppi di donne che coltivano i loro campi terrazzati vestiti con gli abiti tradizionali: lunghe tuniche ricamate a righe color indaco e fasce per capelli coloratissime, mentre gli uomini indossano le gonne di lana.
Più in alto sulla collina sorge la chiesa, l’edificio più importante della cittadina, dipinta di un bianco abbagliante.
La Ceramica Palopo Atitlan vende ceramiche di colore blu. Più in basso, la Tienda Candelaria, ospita una cooperativa tessile dove le donne tessono su telai a cinghia scialli.

Cattedrale di San Antonio Palopo

Cattedrale di San Antonio Palopo

Antigua
Cittadina affascinante, molto importante dal punto di vista storico e culturale, è assolutamente una meta da non perdere, se visitate il Guatemala.
È stata capitale del paese, prima che la sede del Governo fosse spostata a Ciudad de Guatemala.
Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, Antigua vanta reperti coloniali inseriti in una splendida cornice di tre vulcani: l’Agua, il Fuego e l’Acatenango.
Molto edifici sono stati restaurati, altri invece mantengono un fascino decadente; vi consiglio di andare a visitarli, è davvero unico passeggiare tra le rovine sparse nei giardini.
Inoltre Antigua è famosa per le sue scuole di lingua spagnola, infatti potrete incontrare molti studenti stranieri per le vie della città.

Parque Central
Questa piazza è circondata da splendidi palazzi in stile coloniale ed è il ritrovo sia degli abitanti sia dei turisti per rilassarsi e per osservare gli ambulanti e i lustrascarpe.




Catedral de Santiago
L’attuale cattedrale occupa quello che era l’ingresso della chiesa secentesca; infatti la Catedral fu distrutta da un terremoto nel 1542 e fu ricostruita solo in parte. La grande facciata fu ridipinta in “bianco Antigua” ed è decorata da molte statue di santi. Dietro l’edificio troverete le rovine del corpo centrale dell’edificio, prive di tetto.

Catedral de Santiago

Catedral de Santiago

Palacio del Ayuntamiento
Palazzo municipale ospita gli uffici comunali e nella vecchia prigione, il Museo de Santiago, dove troverete una cella originale, lasciata intatta con tanto di strumenti di tortura. Vicino potrete visitare il Museo del Libro Antiguo, che illustra la nascita della stampa guatemalteca.

Chiese e Monasteri
Iglesia Y Covento de Nuestra Senora de la Merced
Spettacolare struttura gialla con muri spessi progettati per resistere ai terremoti, la chiesa si è abbastanza ben conservata. All’interno delle rovine del monastero, potrete ammirare una fontana dal diametro di 27m, forse la più grande di tutta l’America Latina. Dal piano superiore, si gode una magnifica vista sulla fontana e sulla città.

Fontana

Fontana

Covento de Nuestra Senora de la Merced

Covento de Nuestra Senora de la Merced

Iglesia de San Francisco
Oggi resta ben poco della struttura di questa chiesa ma grazie ai lavori di restauro l’insieme dell’ edificio risulta grazioso. Nella chiesa potrete osservare vari reperti, fotografie, targhe di persone malate che si sono recate per pregare e ringraziare un frate francescano che fondò un ospedale per i poveri ad Antigua.

Iglesia e Convento de la Recoleccion
Passeggiare tra i resti dell’imponente monastero è davvero un’esperienza unica. Il terremoto del 1773 rase suolo questo edificio: enormi blocchi di muratura giacciono sparsi tra le rovine della chiesa.
Come monastero ebbe vita molto breve, quindi il complesso, che non è mai stato modificato, ha assolto vari ruoli: ricovero per squatter, campo giochi e laboratorio per il restauro di opere d’arte.

Rovine di Antigua

Rovine di Antigua

Vulcano Pacaya
La salita al vulcano dura circa un’ora mezza/due ore, nonostante la fatica, quando arriverete in cima, il panorama che vi accoglierà sarà fantastico. Camminare vicino al cratere è davvero un’esperienza unica, vi sembrerà di essere in un paesaggio lunare.
Il vulcano Pacaya si trova a circa 25km a sud est di Antigua.
Prima di partire dovete assolutamente consultare delle fonti affidabili sulle condizioni di sicurezza sull’attività del vulcano. Vi consiglio inoltre di affidarvi ad un’agenzia seria che organizza escursioni in giornata. Una guida, che parla inglese, vi accompagnerà durante la salita al vulcano.
Antigua_vulcano

Flores
La città di Flores si affaccia sul Lago de Peten Itza, una strada rialzata la collega alla sua città gemella Santa Elen, che a ovest del lago si fonde con San Benito. Le tre città costituiscono in realtà un solo grande centro chiamato Flores.
Infatti delle tre cittadine, Flores è la più interessante grazie ai suoi caffè, agli alberghi e alle innumerevoli agenzie che si affacciano sul lago.
Flores Mentre soggiornavamo a Flores, si è svolta, tra le vie della cittadina, una tipica festa di paese: vari gruppi di persone erano vestiti con gli abiti tipici, molto colorati e ballavano a ritmo di musica. È stato davvero molto divertente!

Flores in festa

Flores in festa

Tikal
Con un tour giornaliero, organizzato dalla nostra Guest House, siamo andati a visitare il sito archeologico maya di Tikal; rispetto agli altri siti che abbiamo visitato durante vari viaggi, questo sito è molto particolare: i vari templi sono nascosti da una fitta foresta pluviale che domina tutto il paesaggio.

Sito di Tikal

Sito di Tikal

Vi consiglio di visitare Tikal al mattino presto sia per evitare il caldo molto afoso, sia per evitare la folla e di indossare indumenti che vi coprono dal sole e scarpe con suole di gomma, il terreno può essere molto umido.
Se decidete di visitare il sito in giornata, ricordatevi che c’è da camminare parecchio, portatevi quindi scorte di acqua!
Incamminarsi da soli, al mattino presto, per le stradine sterrate del sito, circondati solo dal silenzio, quasi irreale, alternato dai versi delle scimmie urlatrici e di uccelli tropicali vi farà provare un’emozione indescrivibile!
Si possono osservare le piramidi e i templi che s’innalzano dalla fitta foresta, quasi come se lottassero contro una natura selvaggia che li predomina.
Infatti per poter portare alla luce i vari templi e le varie piazze hanno dovuto ripulirli dagli alberi e dai rampicanti.

Foresta

Foresta

Tikal si trova su una bassa collina che appare evidente, salendo sulla strada di accesso alla Gran Plaza.

Tikal_Gran Plaza

Tikal_Gran Plaza

All’inizio del periodo Classico, Tikal rappresentava un importante centro religioso, culturale e commerciale.