#496.Da Yangon a Phnom Penh (Dal Myanmar alla Cambogia)

Oggi il cielo su Yangon sembra che stia piangendo. Quando lasciamo l’albergo alle 6:00 del mattino, piove a dirotto e anche noi siamo un po tristi a lasciare questo magnifico paese.

Il problema di quando visiti certi paesi, ti affezioni subito alle persone, perché non sono i luoghi a renderlo speciali, ma bensì le persone e i birmani sono veramente gente speciale.
Hanno la caratteristica che li distingue dagli altri, proprio per il sorriso, anche questa mattina il tassista, non fa altro che ridere, noi un po di meno, visto che passiamo tutti i semafori con il rosso…
Abbiamo battuto il record di Yangon: dal nostro albergo in centro fino all’aeroproto (circa 20 Km) in meno di 30 minuti, in pratica l’auto da quando è partita si è fermata solamente quando siamo arrivati all’aeroporto!

L’aeroporto di Yangon, è molto moderno, in pochi minuti facciamo il check-in, anche per superare i controlli di sicurezza ci mettiamo poco, tanto poco, che Roberta è entrata al gate con l’acqua nella borraccia!
Adesso non ci rimane che spendere gli ultimi Kyats nella colazione, un buon caffè e un buon croissant, proprio come i vecchi tempi, peccato che il caffè e la brioche siano un’altra cosa, solo Roberta, riesce a dire che siano buoni.

Lasciamo definitivamente il Myanmar, sotto la pioggia battente, ci aspetta il primo scalo a Bangkok!
Negli ultimi 16 mesi siamo stati di più all’aeroporto di Bangkok che in qualsiasi altro aeroporto!
Quando arriviamo al Duan Muang, il cielo è sereno con qualche velatura, ma adesso non ci rimane che aspettare la coincidenza con il prossimo volo, quello per la capitale cambogiana.

IMG_7767
Aeroporto di Yangon
IMG_7788
Mingalar bar Myanmar…

Proprio sull’aereo per Phnom Penh, abbiamo modo di conoscere tre amici che vivono a Kompot, sulla costa cambogiana da 6 circa mesi, ma non c’è molto tempo per conoscerci.
Atterrati a Phon Penh, la prima cosa da fare è il visto d’ingresso, che ci costa 30$ USD p/p, ma ci accorgiamo subito che il popolo cambogiano è differente da quello birmano, non c’è stato nessuno che si sia degnato di farci un sorriso, al contrario hanno mostrato tutti quanti un viso grugnito incazzato!




Per 9$ USD prendiamo il tuk tuk, che in quasi 90 minuti per percorrere 13 km, (immaginatevi il traffico) ci porta direttamente sotto il nostro nuovo albergo…
Ormai ci siamo, stiamo per iniziare una nuova avventura, la ventunesima da quando siamo partiti.

#496.Da Yangon a Phnom Penh (Dal Myanmar alla Cambogia) ultima modifica: 2016-07-01T12:00:04+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... Cambogia, GdM : Le Tappe, Myanmar
CE ZU BEH Myanmar

CE ZU BEH Myanmar, che non sappiamo neanche, se si scrive così o in qualsiasi altro modo, perché la forma...

Chiudi