#455.Da Sukhothai a Ayutthaya (I moto taxi)

Dei bus tailandesi, non si può dire nulla, sono comodi, puntuali ed anche economici, ma se invece parliamo delle autostazioni allora il discorso cambia e anche di molto…!
Non capiamo, perché in quasi tutte le città in cui siamo stati in Thailandia, i terminal sono stati costruiti quasi tutti fuori dalla città ad eccezione di Sukhothai!

Quando usciamo dalla nostra guest house, è presto, sono le 9:00, alle 10:00 abbiamo il bus diretto ad Ayutthaya, una capitali del regno di Siam.
Oggi è una giornata differente dall’altre, è nuvoloso, con un’umidità pazzesca, l’afa non ti fa respirare, per fortuna dobbiamo percorrere a piedi solamente due chilometri.
Arrivati al terminal e come se ci fossimo fatti una doccia, siamo completamente sudati, dalla testa ai piedi.
Però poi se ti siedi e ti metti a guardare i tailandesi, ti domandi: ma come fanno a non avere neanche una goccia di sudore…?

Il biglietto con la Win Tour, lo abbiamo pagato 310 THB p/p, c’erano anche altre compagnie che lo facevano, una con un prezzo troppo elevato e l’altra con un prezzo troppo basso, quindi per ragione di logica abbiamo ripiegato sulla Win Tour.
La particolarità è ch essendo un bus diretto a Bangkok, i posti erano quasi tutti prenoti, quindi abbiamo dovuto scartare i primi bus del mattino, il primo libero con due posti a sedere vicino era quello delle 10:00.
Partiti come sempre puntuali, ci accomodiamo sui nostri sedili, che al dire il vero, sembrano un po’ più piccoli del solito, oppure noi ci siamo dilatati troppo con il caldo!
L’aria condizionata non è per niente forte, la signorina che non parla una sola parola in inglese, ci chiede dove siamo diretti.
Gli diciamo che la nostra fermata è Ayutthaya, annuisce, sembra che abbia capito, ci dà una bottiglia ed uno snack a testa e ci inviata a sederci nei nostri posti: il 4c ed il 4d, ovviamente è tutto scritto in Thai, compreso i numeri!

IMG_0888
Biglietteria Win Tour a Sukhothai
IMG_0912
E con questa facciamo l’en plein! 4 su 4!

Sarebbe un viaggio normale fino ad Ayutthaya, è infatti lo è, Roberta ha praticamente dormito per tutto il viaggio, si è svegliata solamente quando il bus si è fermato per il pranzo e per la toilette, la strada è sempre stata dritta, ed infine il viaggio è stato corto, solamente 5 ore!
Il vero viaggio sono gli ultimi 6 chilometri che mancano per raggiungere la nostra prossima dimora.
La hostess ci viene a chiamare, ci dice che siamo arrivati e dobbiamo scendere. Prendiamo gli zaini, scendiamo e vediamo il nostro bus andare via, ci guardiamo attorno e scopriamo che siamo fermi in mezzo ad una autostrada, dove ci sono macchine e camion che sfrecciano veloci e nemmeno l’ombra di una autostazione e di un taxi!




Ad un certo punto spunta da un fossato un uomo. E’ vestito manco fosse un barbone, però indossa una casacca verde e porta una radiolina, mentre si allaccia i pantaloni, ci chiede: where are you going? (Dove andate?)
Gli rispondo: di sicuri non vogliamo suicidarci in un’autostrada tailandese proprio oggi che facciamo 15 mesi di viaggio!
Ci dice che ha un taxi e per 300 THB ci porta alla nostra guest house. Gli rispondo che il prezzo è elevato, con quella cifra posso tornare a Sukhothai. Scende a 250 THB, ma gli dico che è lo stesso troppo.
Poco più avanti vediamo una stazione di moto taxi, c’è anche una tabella con i prezzi da/per la città e con tutti i relativi indirizzi, ma ovviamente sono scitti tutti in Thai.
Gli mostriamo l’indirizzo, uno capisce bene dove si trova e ci dice che ci costa 100 THB p/p, controllo sulla tabella ed il prezzo 100 THB non c’è! Comunque dopo una veloce contrattazione, concordiamo per 80 THB p/p.
Saliamo in groppa a questi motorini, ovviamente senza casco e tenendoci forte alle maniglie, con gli zaini in spalle, partiamo, sfreccianti del pericolo, verso l’ultimo pezzo di autostrada tailandese.

IMG_0923
La fermata del bus in mezzo all’autostrada
IMG_0927
Le #2caprenelmondo in moto taxi

I due tassisti motociclisti, in 20 minuti ci recapitano alla nostra prossima sistemazione, siamo ancora in tatti, non abbiamo perso niente e tutto sommato è stato anche divertente.
Adesso non ci rimane che sistemarci e andare a festeggiare il 15° mese di viaggio!

#455.Da Sukhothai a Ayutthaya (I moto taxi) ultima modifica: 2016-05-19T22:00:13+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... GdM : Le Tappe, Thailandia
L’impero perduto di Sukhothai

La cittadina di Sukhothai è famosa per le sue incantevoli rovine che si trovano nella città vecchia, a circa 12...

Chiudi