#452.Da Chiang Rai a Sukhothai (Ti amo)

Nela mia vita (Luca), le persone che mi hanno detto “ti amo” si possono contare sul palmo di una mano. Certamente i più belli sono quelli di mia mamma e di mia moglie, ma da oggi ne ho anche uno tailandese e quindi mi vedo costretto ad aprire l’altro palmo della mano.

Questa mattina per recarci alla stazione degli autobus di Chiang Rai, prendiamo un taxi ufficiale, di quelli di colore giallo e blu. Alle 9:00 puntuale è sotto il nostro albergo, carichiamo i nostri zaini e in 15 minuti esatti arriviamo nell’autostazione, un pò anonima di Chiang Rai.
Sul taxi mi accorgo di avere la mia maglietta pulita( indossata per l’occasione) sporca di cioccolato, nonostante non abbia fatto colazione con del cioccolato.
Mia moglie, che non è stupida, si mette subito ad annusare e dice con chiarezza: almeno non è merda! Sarà il gelato di ieri sera.

Quasi tutte le autostazione in Thailandia sembrano un po’ anonime, non sono calorose come quelle del Sud America, ma sicuramente sono più sicure e pulite!
Ci mettiamo ad aspettare il nostro bus alla piattaforma n°13 (sperando che ci porti fortuna), davanti a noi c’è il classico monaco buddista, la famiglia che mangia sempre qualsiasi cosa che si muove ed il volenteroso poliziotto che tiene sotto controllo tutta la Thailandia, manco fosse lo sceriffo di Hazzard!




Dopo aver bevuto le ultime bottiglie d’acqua e due litri di succo di frutta, mi dirigo a comprarne un’altra per il viaggio, visto che oggi viaggiamo con un’altra compagnia: la Win Tour. Il biglietto è costato 231 THB p/p, senza pasti e con due possibilità di scelta: o partenza alle 7:30, o alle 10:30, noi abbiamo scelto il secondo, non volevamo perderci la colazione dell’albergo!
Quando torno, mi siedo affianco a mia moglie, ad aspettare il bus. Dopo un po’ si avvicina il poliziotto e mi domanda: where are you from?
Rispondo: i’m from Italy!
Il poliziotto: ti amo…!
Io: (mentre faccio una risatina) ma anche no! Ci mancavi solo tu!
Il poliziotto ride e si allontana…

Mi giro verso mia moglie e gli faccio notare che quando uno è bello è sempre bello, ovunque si trova, non importa che sia in Italia o in Thailandia, perché la bellezza latina non si discute!
Roberta che è una ragazza dolce e sensibile, paragonabile a Fiona (la ragazza di Shrek) mi guarda e con i suoi modi principeschi mi manda a quel paese!

Alle 10:30 puntuali partiamo in direzione Sukhothai, il bus è in ottime condizioni, l’aria condizionata non è forte, i sedili sono comodi e reclinabili, infatti qualcuno, chissà chi? come sempre si lascia cadere in un sonno profondo!
Il viaggio prosegue molto lentamente, non capiamo perché l’autista non superi mai i 60 Km/h, se andavamo a piedi ci mettevamo di meno!
In queste sette ore di viaggio, le uniche fermate che facciamo sono quelle programmate per far scendere e salire i passeggeri, quindi se uno deve andare in bagno (il bus è sprovvisto) deve farlo entro 5 minuti, anche se ti scappa la cosa grossa.

IMG_0605
Prenotazione bus Chiang Rai-Sukhtohai
IMG_0648
Bus Win Tour
IMG_0637
La capra che dorme

Alle 18:00 con circa 45 minuti di ritardo, arriviamo a Sukhothai, il sole sta ormai tramontando, il caldo ed il calore sono insopportabili, ma per fortuna la nostra prossima dimora si trova a soli 20 minuti a piedi dal terminal!

#452.Da Chiang Rai a Sukhothai (Ti amo) ultima modifica: 2016-05-18T21:00:19+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... GdM : Le Tappe, Thailandia
Escursione in scooter al Triangolo d’Oro

Chiang Rai è anche un'ottima base per esplorare il famoso Triangolo d'Oro, la zona in cui confinano nel Mekong la...

Chiudi