#425.Da Rantepao a Makassar (In viaggio col Salak)

Oggi dobbiamo tornare a Makassar, abbiamo deciso di viaggiare con il bus diurno, per poter ammirare meglio il paesaggio che a detta di molte persone locali è fantastico, ed infatti è così! Bisogna solamente non soffrire di cinetosi, perchè le curve possono mettere a dura prova il vostro stomaco!

La compagnia presa in precedenza, la Kharisma effettua viaggi solo in notturna, quindi ci siamo affidati alla Manggala, il biglietto scontato ci è costato 125.000 IDR p/p e parte alle 9:00, direttamente dal loro uffico, che si trova nella via principale.
Molto puntuali come sempre (chi lo avrebbe mai detto), lasciamo Rantepao.
Il bus è semivuoto, non ci sono turisti, con noi viaggiano locali di ogni età e in pochi parlano inglese.

IMG_6513
Terminal Manggala
IMG_6517
Prezzi del bus Pagi(diurno) e Malam(notturno)

Ma mano che andiamo avanti, alla ridicola velocità di circa 25 Km/h, su queste strade non si può andare oltre, si possono ammirare stupendi campi di risaie, che ricordano tanto un tappeto di moquette!
Anche se i sedili sono comodi all’inverosimile, forse tra i più comodi fino ad ora, le buche e i crateri della strada ci fanno sbalzare da una parte all’altra, anche l’aria condizionata non è così forte.
Dopo quasi 4 ore di viaggio, ci fermiamo in una baracca che vende frutta e altri generi alimentari, per fare una sosta ai bagni (per lo più latrine) e noi ne aproffitiamo per comprare il buonissimo salak!

IMG_6532
Risaie e ancora risaie, sembra che in Indonesia sia una cosa ricorrente
IMG_6536
Salak
IMG_6537
Donne mentre confezionano il Salak

Dopo neanche un’ora, ci fermiamo in un ristorante, pensiamo, ma perché non accorpare queste soste tutte insieme? Almeno non ci mettiamo una vitaad arrivare a Makassar ed invece…
Tra l’altro non ci fermiamo nemmeno in un posto carino, dove si può osservare il panorama dalle montagne, ma semplicemente in uno dei tanti ristoranti anonimi della strada.

Alle tre del pomeriggio non siamo arrivati nemmeno a metà strada, l’unica cosa che è cambiato sono le case, adesso non ci sono più le caratteristiche case di Toraja, ma semplicemente palafitte, che tutto sommato non sono così brutte!
E quando meno te lo aspetti, proprio mentre pensi di essere condannato a rimanere a vita su questo sedile, il bus accelera, dando una svolta significativa al viaggio.
La strada diventa strada e le corsie diventano una e mezza per senso di marcia, si perchè l’altra mezza è occupata da buoi, motorini e bambini che giocano.
Era ora! Finalmente incominciamo a viaggiare sul serio!




Alle 20:15, dopo quasi dodici ore di viaggio, arriviamo Makassar, i ragazzi del bus ci lasciano proprio davanti al nostro hotel, così ci risparmiamo la faticosa camminata dal terminal.
Per oggi siamo arrivati, ci fermiamo qui, con il culo piatto e con un viaggio molto lento, tra i più lenti mai fatti: appena 300 Km in quasi 12 ore!

#425.Da Rantepao a Makassar (In viaggio col Salak) ultima modifica: 2016-04-20T21:00:04+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... GdM : Le Tappe, Indonesia
Escursione a Ke’te Kesu e Lemo in scooter

Dopo aver assistito al cerimoniale funebre e aver visitato alcune delle tombe più importanti tombe a sud di Rantepao, per...

Chiudi