Questo articolo è stato scritto a “caldo”. Un po’ perché le emozioni che si provano alle Galapagos, si possono comparare a un bambino che inizia a camminare. Dopo poco diventa la normalità quindi è meglio mettere tutto nero su bianco quando le emozioni sono lì, forti che ti dà i brividi solo a ripensarci!


Mi sento come Caressa al fischio finale di Italia-Francia del 2006! Ancora non credo a tutto quello che ho visto e vissuto in sette giorni. Proprio ora mentre arrivano i titoli di coda di questo film di fantascienza che mi ha visto protagonista dove i personaggi principali sono stati gli animali.




Chi mi conosce, sa che non sono mai stato attratto dagli animali, ma nessuno rimarrebbe indifferente ad arrivare nel centro della prima isola: San Cristobal e trovare leoni marini scorrazzare per la città.

Leone marino delle Galapagos

Leone marino delle Galapagos

E la cosa sorprendente è stato il mix tra escursioni in mezzo alla natura, in mare aperto, in paesaggi lunari, il tutto sempre al lato di animali sempre pronti a scattarsi foto insieme a te, per nulla spaventati o aggressivi verso l’essere umano.

Santa Cruz è l’isola più abitata, il porto è caratterizzato da un’acqua spettacolare, squaletti e da alberi cactus sopra a rocce naturali a fare da barriera alle onde del mare aperto. Questi cactus, sono una specie endemica dell’isola. I due trekking più belli si percorrono proprio tra rocce vulcaniche color carbone.

Uno termina a Tortuga Bay: la spiaggia più famosa dell’isola caratterizzata da iguane marine e dall’acqua caraibica, l’altro alla Grietas: una grossa spaccatura all’interno di una formazione rocciosa, un mix d’acqua salata e dolce e una grossa varietà di pesci!

Grietas

Grietas

Isabela invece è l’isola più bella, spartana e tranquilla; le strade sono fatte di sabbia vulcanica, i pali della luce sono in cortecce di cactus. Al lato del porto c’è la baia delle perle dove facendo snorkeling è possibile vedere squali, tartarughe marine e un sacco di mante.

Quando avrete freddo, potrete sempre riscaldarvi al sole in compagnia di iguane e leoni marini giocherelloni. Arrivarci è semplice, basta prendere una galleria naturale creata dalle mangrovie e percorrere una passerella in legno…

Iguana

Iguana

Le escursioni sono un po’ care però alcune vi permetteranno di nuotare in mezzo a squali martello, vedere cavallucci marini o entrare dentro una cava piena squali. Il riflesso verde smeraldo che ti permette di vedere 15 squali mentre dormono è un’emozione che vi cambierà totalmente la giornata, se non l’intera vacanza.

Anche se quello che ricorderò per tutta la vita sarà l’animale acquatico che ha nuotato a tutta velocità verso di me schivandomi per soli 15 centimetri. Solo dopo 2 minuti ho realizzato che mi ero imbattuto in un pinguino.

Squalo

Squalo

Tutto questo è stato vissuto in 7 giorni e che penso debbano vivere tutti almeno una volta nella vita, anche se riviverlo non sarebbe male, un po’ come il rigore di Grosso che ci ha permesso di alzare la coppa del mondo!

INFORMAZIONI UTILI

-Se andate al risparmio portatevi del cibo dall’entroterra, si trovano ostelli a 15/20 dollari a notte.
-Il prezzo dell’aereo sarà all’incirca di 350 USD sia che prenotiate con largo anticipo che una settimana prima della partenza.
-Potrete fare una crociera o visitare le 3 isole più importanti: Isabela, Santa Cruz e San Cristobal.
-Le escursioni gratuite sono: Concha de Perla, Muro de Lagrima, Las Grietas e Playa Tortuga.
-All’entrata nelle isole pagherete 100,00 USD di tasse
-Per girare bene le isole consiglio di stare 8/9 giorni.

Altro... Ecuador
#187.Da Loja a Piura, via Macarà (Dall’Ecuador al Perù)

Per il viaggio da Loja a Piura abbiamo optato per un bus diurno e non notturno come siamo abituati di...

Chiudi