Cotopaxi: tutto quello che c’è da sapere

Il Cotopaxi con i suoi 5897 mslm, è il secondo vulcano attivo più alto del mondo!
Il suo nome significa “Collo della Luna” nella locale lingua quechua e la luna sembra in effetti posarsi sopra il cono del vulcano, dando l’impressione che il Cotopaxi sia il suo collo.

Cotopaxi
Vulcano Cotopaxi

Il vulcano si trova a circa 50 Km a Sud di Quito e a circa 30 Km a Nord di Latacunga, la sua base occupa tre regioni dell’Ecuador: Cotopaxi, Pichincha e Napo.
Nel Parco Nazionale del Cotopaxi, vivono molte specie animali tra cui il puma, l’orso e la volpe andina, senza contare la flora e fauna.

Laguna a 3800 m
Laguna a 3800 m
IMG_8756
Cima del vulcano

E’ possibile per i più intrepidi scalare la sommità, ma per i comuni mortali, si può arrivare al rifugio Josè Rivas (4864 mslm). Per i più audaci si può raggiungere anche la base del ghiacciaio a circa 5000 mslm, noi c’è l’abbiamo fatta e vi possiamo garantire che ne vale veramente la pena!




Ci sono diversi modi per raggiungere il vulcano, così come sono molti i tours proposti dalle agenzie di Quito e di Latacunga.

Fai da te

-Prendere uno dei tanti autobus che corrono tra Quito e Latacunga o viceversa (circa 1,5$ USD solo andata p/p), chiedere all’autista di fermarsi al bivio autostradale con il parco.

IMG_8740
Ingresso Caspi

Da qui seguire le indicazioni per l’ingresso Caspi (dalle 8:00 alle 15:00, tutti i giorni) e appena possibile ingaggiare una guida con il 4X4.

Il costo può variare dai 30$ ai 35$ USD per persona, compreso il costo dell’ingresso al parco, non dimenticatevi di portare con voi una fotocopia del passaporto, serve per la registrazione.

-Da Latacunga, più precisamente da Plaza Chile, si può noleggiare un taxi per l’andata e il ritorno, il costo è di circa 80$ USD, l’autista vi porterà, fino al parcheggio e vi aspettare per il ritorno, soluzione ideale per un gruppo di 4 persone.

Tour Organizzato (La nostra scelta)

-Il nostro pacchetto, acquistato presso l’Hostel Tiana di Latacunga (40$ USD p/p, mentre da Quito il prezzo minimo è di 45$ USD), permette di visitare il parco nazionale Cotopaxi, di cimentarsi in un’impresa al limite delle proprie possibilità fisiche, una breve visita al mercato di Saquisilì (solo il Giovedì) e un pranzo a fine giornata (molto leggero).

IMG_8713
Mercato di Saquisilì

A partecipare siamo nove ragazzi (6 donne e 3 uomini) più tre donne adulti, le quali non parteciperanno all’ascesa, tutti europei e nessun inglese per fortuna, più ovviamente l’autista e la nostra guida.
Il pulmino, si ferma al parcheggio a quota 4580 m, ultimo punto d’accesso per i mezzi a motore.

IMG_8778
Sentiero dal parcheggio al rifugio
IMG_8799
Rifugio Josè Rivas
#2caprenelmondo al Rifugio Josè Rivas
#2caprenelmondo al Rifugio Josè Rivas

La salita fino al rifugio Josè Rivas, a 4864 mslm, (più o meno come l’altitudine del Monte Bianco) avviene su di un percorso sabbioso, di circa 300 metri di dislivello.
Lascio immaginare la fatica per raggiungere il rifugio. Oltre al terreno su cui si sprofonda facilmente anche il vento e la temperatura prossima allo 0°C rende il tutto terribilmente arduo e lungo.

Infatti ci si impiega circa 1 ora. Sì è costretti a fare una decina di passi e poi fermarsi per riprendere fiato, anche perché la carenza di ossigeno è sfiancante.
Una volta arrivati al rifugio, oltre al classiche foto di rito, il panorama che si può scrutare all’orizzonte è da togliere il fiato, devo ammettere che noi siamo stati molto fortunati con il meteo.

L’ascesa al ghiacciaio

La soddisfazione di essere arrivati fino a qui è grande, la fatica passa in secondo piano e per questo motivo presi dall’euforia ci siamo spinti ancora più in alto, fino al ghiacciaio, a circa 5000 mslm.

Il percorso è estremamente facile, ci vogliono altri 30 minuti di cammino, prima di raggiungere una piccola gola ghiacciata. L’unica difficoltà è l’altura, adesso ogni 5 passi bisogna fermarsi per riprendere fiato. Ma una volta arrivati, la sensazione che si prova è di assoluta soddisfazione…
Si cazzo! C’è l’abbiamo fatta, sono i nostri primi 5000 metri, siamo due piccoli scalatori.
Quando è ora di scendere, quasi quasi ci dispiace, qui tutto è bello: le nuvole, il ghiacciaio, i nostri compagni di scalata, le rocce, la terra e il cielo che sembra essere ormai ad un passo!

IMG_8784
Panorama che si gode dal rifugio
DCIM100GOPRO
Foto di gruppo all’inizio del ghiaccio a circa 5000 m

Una volta tornati al rifugio, recuperiamo il resto del gruppo e torniamo al pulmino, ci aspetta la laguna sottostante a 3800 m.

Altre informazioni utili

-Non sottovalutare l’altitudine, è meglio acclimatarsi con due o tre giorni d’anticipo, magari a Quito o Latacunga;
-utilizzare sempre una guida;
-il costo della scalata alla bocca del vulcano, compreso attrezzatura, una notte in rifugio e cena è di circa 180$ USD p/p;
-il rifugio Rifugio Josè Rivas offre solo alloggiamento e non effettua servizio di ristorazione, ad eccezione per la caffetteria;

-i bagni si trovano all’ingresso Caspi e al rifugio;
-portarsi almeno una bottiglia di 600 ml d’acqua a persona e bere a piccoli sorsi durante la salita, soprattutto nel primo tratto;
-non dimenticarsi di barrette di cioccolato o barrette energetiche;
-non partire senza cappello di lana, guanti, sciarpa, occhiali da sole e crema abbronzante;

-utilizzare scarpe adeguati, se non sai quali leggi qui;
-vestirsi in modo pesante, ma utilizzando il metodo “cipolla” o a “strati”;
-portare con se il meno possibile.

Cotopaxi: tutto quello che c’è da sapere ultima modifica: 2015-08-09T02:24:58+00:00 da Idea Nomade

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro... Ecuador, Tutto quello che c'è da sapere
#171.Da Quito a Latacunga (Toccare il cielo con un dito)

Se vi capiterà di viaggiare da Quito a Latacunga, vi sembrerà di" toccare il cielo con un dito!" Tante volte...

Chiudi