#108.Da Havana a Vinales (Il taxi americano)

Questo è il 108° giorno di viaggio, dobbiamo andare da Havana a Vinales. Fino ad ora abbiamo prenotato solamente due taxi, uno da Paramaribo all’aeroporto e l’altro quello di questa mattina, cioè dalla casa particulare alla stazione dei bus.

I biglietti del bus li abbiamo fatti nei giorni precedenti (12 CUC p/p) con la compagnia Viazul, direttamente in autostazione.



Il Taxi Americano

La partenza è prevista per le 8:45 (tra l’altro molto puntuali sia per l’orario di partenza, che per quello di arrivo), dal terminal Azul, ma bisogna recarsi un’ora prima per il chek-in, quindi facendo da calcoli, puntiamo la sveglia alle 6:45 per poter essere fuori di casa alle 7:00 ora in cui abbiamo prenotato il taxi con la nostra casa particular.
Secondo voi a che ora è arrivato il taxi? Mai…

Non abbiamo mai saputo se il taxi sia venuto o meno, perché noi alle 7:20 avevamo preso un altro taxi, una classica auto americana, nel nostro caso una pontiac del ’60, per la modica cifra di 5 CUC, ben 5 CUC in meno di quanto riservato con la casa particular.

Taxi Cubano
Classico taxi cubano

Il Viaggio

Comunque arriviamo al terminal puntuali, giusto in tempo per fare il chek-in e di avvistare altri italiani. Quando saliamo sull’autobus, proviamo a cercare i nostri posti, ma una diligente signora cubana, ci avvisa in spagnolo che i posti sono “libre” (liberi). Io cortesemente gli rispondo: como Cuba? La signora ride a crepapelle e poi mi manda a quel paese!

Da Havana a Vinales
Bus da Havana a Vinales

Durante il viaggio effettuiamo solamente una sosta dopo circa un’ora e mezza dalla partenza, in un resort ecosostenibile di Las Terraces, ci chiediamo perché mai si fermino qui?

Il paesaggio per alcuni aspetti ricorda quello dell’Uruguay orientale: verde, tante palme, molte vacche e tori, laghetti e qualche collina.
Una cosa è stata per noi strana in questo viaggio, oltre al fatto di aver nuovamente ripreso a viaggiare in autobus (era dalla tratta di Cuiabà-Porto Velho che non prendevamo un bus) è vedere la completa assenza di traffico.

Sull’autostrada a due corsie, per circa 150 km percorsi, non c’è mai stata una coda, anzi le autovetture o i camions incontrati si contavano su due palmi di mano, al massimo si poteva incontrare qualche altro autobus della compagnia Transtur o qualche altro taxi privato.

Cartello Vinales C. La seconda sosta è a Pinar del Rio, a soli 30 km da Vinales, ma questa volta ci fermiamo in un’autostazione, senza la possibilità di scendere dal bus. Tanto ormai siamo arrivati, manca solo poco più di mezz’ora.

L’Arrivo

Arrivati in anticipo, in questa piccolina cittadina di nome Vinales, a Orinete della capitale, quando finalmente scendiamo dall’autobus, veniamo presi d’assalto dai jinteros.

Noi abbiamo già la nostra casa, ma della nostra proprietaria neanche l’ombra. Così senza batter ciglia, prendiamo i nostri zaini e ci dirigiamo a piedi verso la nuova abitazione che si trova a pochi minuti dal terminal.
Questa volta è andata tutto bene a Vinales, forse perché non dovevamo prendere il taxi!

#108.Da Havana a Vinales (Il taxi americano) ultima modifica: 2015-06-08T08:00:36+00:00 da Idea Nomade

Rispondi

Altro... Cuba, GdM : Le Tappe
Casas Particulares: tutto quello che c’è da sapere!

Le casas particulares, sono nient’altro che case di residenti cubani, i quali affittano una o più stanze del proprio alloggio...

Chiudi