Seleziona una pagina

Finalmente siamo all’Havana e il sogno adolescenziale di Roberta si sta avverando.
Cuba, è un paese a parte, non si può paragonare a nessuna altro che abbiamo visto fino ad ora.

Havana Centro

Havana Centro

La dittatura socialista continua a resistere nonostante siano passati più di 50 anni ed è tangibile già in aeroporto. I bagagli vengono controllati minuziosamente, mille domande e mille spiegazioni del nostro viaggio.

Cosa vedere ad Havana Vecchia e Centro

Havana, la capitale di Cuba, è una città unica, passionale e malinconica allo stesso tempo. La si potrebbe paragonare a una bella donna, invecchiata, elegante, trasandata, allegra e con un velo di tristezza.

Il centro di Havana o più comunemente Habana, può essere suddiviso in due parti: Havana Vieja/Centro e Vedado/Malecon.

Havana Vieja

È il quartiere rappresentativo di Havana, dove si possono trovare bellissime piazze e monumenti di diverse epoche e stile architettonici.
Grazie ai finanziamenti dell’Unesco la maggioranza degli edifici è stato totalmente ristrutturato ed è piacevole camminare per le stradine osservando le case, le piccole galleria d’arte e le varie botteghe.

Stazione dei Treni e Plaza Vieja

Abbiamo deciso di iniziare il nostro itinerario dalla stazione dei treni.
L’edificio esterno è davvero molto bello, l’interno invece appare cupo e con pochissimo movimento di persone e treni.

Stazione dei treni, Havana

Stazione dei treni, Havana

La prima piazza che abbiamo incontrato è la Plaza Vieja, davvero molto bella, con i vari palazzi che presentano diversi stili, dall’art nouveau al barocco cubano. In mezzo alla piazza si trova una fontana, purtroppo totalmente recintata, da rendere difficile la possibilità di fotografarla. Oltre ai vari ristoranti e boutique alla moda, non tipicamente cubani, si trova una bellissima scuola elementare e alcuni piccoli musei.

Plaza Vieja

Plaza Vieja

Plaza San Francesco e Calle Mercedes

La seconda piazza molto semplice e lineare che abbiamo visitato, è Plaza San Francesco d’Assisi, situata di fronte al Porto di Havana. Di fronte alla maestosa Chiesa si trova una statua moderna che rappresenta il signore El Caballero de Paris che negli anni 50 camminava per le vie di Havana, raccontando storie su vita, politica e filosofia.

Plaza San Francesco d'Assisi

Plaza San Francesco d’Assisi

Abbiamo proseguito per la strada principale di Havana Vecchia, Calle Mercaderes, una via pedonale totalmente ristrutturata, risalente al XVIII secolo, dove si trovano soprattutto ristoranti, caffetterie e negozi per turisti.

Plaza de Armas e Cattedrale

La piazza più antica di Havana è la Plaza de Armas, fondata nel 1520, subito dopo la nascita della città. Al centro della piazza si trova un simpatico mercatino di libri usati e cimeli risalenti al periodo rivoluzionario: spillette, poster e cappellini con il viso del Che.
Il bellissimo palazzo in cui è ospitato il Museo Civico, rappresenta a pieno il barocco cubano. Sul lato della piazza che si affaccia sul mare, si trova il più antico Forte delle Americhe, risalente al 1700, all’interno si trova il Museo della Navigazione.

Plaza de Armas

Plaza de Armas

L’ ultima piazza che visitiamo è la Piazza della Cattedrale dove prevale il barocco cubano e tutti gli edifici risalgono al 1700.
La Cattedrale con la sua facciata barocca, è una delle più antiche d’America.
Grazie ai lavori di restauro, Havana Vieja, si presenta agli occhi di un turista come un vero gioiellino architettonico. Camminando però per le stradine, si ha la sensazione di aver perso l’originalità e l’autenticità del popolo cubano.

Cattedrale di Havana

Cattedrale di Havana

Havana Centro

Qui abbiamo anche soggiornato in una casa particulare. È forse il luogo miglior dove poter osservare da vicino come vivono realmente gli habanero.
Un groviglio di strade dove si affacciano le tipiche case cubane di diversi colori, alcune appena ristrutturate a nuovo, altre molto rovinate dal tempo, altre ancora totalmente distrutte. I piccoli negozi e le caffetterie si trovano all’ingresso delle case e vendono quei pochi prodotti che arrivano a causa dell’embargo.

Architettura cubana

Architettura cubana

Calle San Rafael e Capitolio Nacional

Una delle vie più caratteristiche è Calle San Raffael in cui si trovano supermercati, negozi e saloni di bellezza. Qui i cubani si recano per fare la spesa e cercano, con in pochi pesos che hanno in tasca, di comprare qualcosa da mangiare.
I cubani vivono per strade, puoi trovare bambini che giocano a baseball, donne che ricamano, uomini che aggiustano le loro macchine americane, musica tutto il tempo, risate e chiacchiere.

L’attrazione principale di questa zona è il Capitolio Nacional, un edificio molto grande e sfarzoso molto simile a quello di Washington. È stato costruito nel 1926, sotto la dittatura di Machado, grazie ai finanziamenti americani. Un tempo era la sede del Parlamento, poi ha ospitato l’Accademia delle Scienze e ora si trova la Biblioteca di Tecnologia e Scienze. Attualmente il Campidoglio è sotto lavori di restaurazione, quindi chiuso al pubblico.

Capitolio Nacional

Capitolio Nacional

Museo della Rivoluzione e delle Arti

Un altro posto, che non si può non visitare, è il Museo della Rivoluzione (ingresso 8 CUC a persona). Il Museo pro socialismo più famoso al mondo, che spiega in modo dettagliato, sia in spagnolo che inglese la rivoluzione cubana. Questo museo ha sede nel bellissimo ex Palazzo Presidenziale del 1913 dove molti presidenti risiedettero, tra cui Batista.

Carro armato di Fidel

Carro armato di Fidel utilizzato durante la rivoluzione

Il Comandante Che Guevara

Il Comandante Che Guevara

Si possono osservare da vicino le uniformi sporche di sangue dei vari combattenti rivoluzionari e delle foto scattate durante i vari momenti della rivoluzione. Inoltre si possono leggere alcune frasi famose di Fidel e di Che Guevara, a cui è stata dedicata un’intera sala.
Sicuramente è un museo di propaganda della rivoluzione cubana e non potrebbe non essere altrimenti. Fuori dal museo si trovano alcuni cimeli utilizzati dai combattenti: il carro armato guidato da Fidel, la barca e altri mezzi utili durante la rivoluzione.
Havana non è solo guerra e combattimenti, ma anche arte e cultura e uno dei musei più importanti è il Museo delle Belle Arti, diviso in due diversi edifici. Noi abbiamo scelto di visitare l’edificio moderno che ospita la collezione di Arte Cubana, tralasciando invece l’altro edificio che ospita la Collezione di Arte Universale. Il biglietto costa 5 CUC p/p, se scegliete di visitarne uno solo, altrimenti il costo è di 8 CUC.

Edificio Bacardi e Prado

Se avete pochi soldi e volete godere di una buona vista di tutta l’Havana, recatevi all’Edificio Bacardi, che con un solo CUC, potrete salire in ascensore all’ultimo piano e godere così di un ottimo panorama a 360° dell’intera città.

Vista dall’edificio Bacardi

Vista dall’edificio Bacardi

Una bellissima passeggiata è quella nella famosa “rambla” di Havana, il Prado. Questo via infatti ricorda molto i viali europei. Da qui si possono osservare bellissimi edifici tra cui il Palacio de los Matrimonios, una famosa scuola di danza e il moderno teatro.

Il Prado

Il Prado