Salvador de Bahia tra sacro e profano

Salvador de Bahia è una città molto grande che comprende vari quartieri: Pelourinho, Vittoria, Barra, Boanfim e Commercio.
Il centro è diviso da un promontorio molto ripido, la città alta e la città bassa, collegate tra loro da un comodo ascensore “l’elevatore”. Le altre due teleferiche non erano funzionanti durante il nostro soggiorno.

IMG_4177
Case di Pelourinho

Salvador è nota al mondo per essere stata la città brasiliana ad avere importato più schiavi dall’Africa per essere successivamente utilizzati nelle piantagioni di Canna da Zucchero.

Pelourinho
La parte storica si trova nella parte alta, chiamata Pelourinho.
Questo quartiere è stato riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità’ e grazie ai fondi è riuscito a restaurare i suoi vecchi edifici.
É sicuramente da visitare, camminare per le stradine acciottolate, osservare i bellissimi edifici coloniali colorati, respirando un’aria che solo a Salvador si può trovare: un miscuglio di usi e costumi africani.
In questo quartiere popolare si trovano molte scuole di musica, in particolari di tamburi e di capoeira.
In Largo Pelourinho, si può assistere dal vivo, ad esibizioni di ragazzi che suonano i tamburi proprio come nel famoso video “di Micheal Jackson, è davvero emozionante e travolgente.

IMG_3954
Largo Pelourinho

Chiese di Peulorinho
-La Igleja da Ordem Terceira do Carmo, fu distrutta da un incendio e ricostruita nel 1828 con uno stile neoclassico, la navata barocca ospita la statua Nossa Senhora do Carmo, che si pensa fu realizzata da uno schiavo, il quale si era invaghito di una figlia di un proprietario terriero. La statua assomiglia molto a questa donna e il bambino Gesù, tra le sue braccia, è di colore nero. Si può osservare, in una sala, la statua del Cristo dimensioni naturali, che fu realizzata dall’artista, impiegando ben 8 anni
Ingresso: 4,00R$ p/p.

-L’altra chiesa visitata è è la Igreja e Convento Sao Francisco, che si trova nel famoso Terreiro de Jesus, una piazza che raccoglie varie chiese, tra cui la Cattedrale (in ristrutturazione).
La chiesa Igreja e Convento Sao Francisco ha uno stile barocco ricco di oro e sfarzo, all’interno si possono osservare le statue degli angeli realizzate dagli schiavi che, obbligati dai padroni a non professare il loro culto, le scolpirono con enormi genitali e volti storpiati. Furono poi quasi del tutto ricoperte dai vari sagrestani.
Il cortile attorno alla chiesa é ricoperto dalle classiche piastrelle portoghese azulejos, tutte dipinte a mano.
Ingresso: 5,00R$ p/p

IMG_3966
Interno Igleja da Ordem Terceira do Carmo
IMG_3999
Igreja e Convento Sao Francisco
IMG_4004
Interno Igreja e Convento Sao Francisco

Igreja NS do Bonfim
L’ultima chiesa che abbiamo visitato non si trova a Pelurinho, ma nel quartiere di Bonfim, circa 7 km dal centro, nella Penisola di Itapagipe: la Igreja NS do Bonfim del XVIII secolo.
Le famosa “fitas”, i cordini colorati, venduti da tutti gli ambulanti di Salvador, sono souvenir originari proprio di questa chiesa. Attraverso un rito propiziatorio, questi cordoncini dovrebbero realizzare i desideri.
La chiesa é importante soprattutto perché si creda possa essere miracolosa, infatti al suo interno, si trovano, tantissime foto di persone che sono state guarite. Parti di braccia e gambe, realizzate interamente in cera o in legno, sono il simbolo di ringraziamento dalla guarigione. Direi dal gusto molto macabro.

IMG_4144
Chiesa di Bonfim
IMG_4129
Stanza dei miracolati
IMG_3958
Fitas, braccialetti propiziatori

Questa chiesa è importante anche per le persone che credono nel culto di candomblistas, infatti Gesù Cristo (Bonfim) per loro è Oxala, la loro divinità maggiore. Quindi questo luogo diventa per loro la Chiesa più importante.
Il Venerdì è il giorno dedicato a Oxala, quindi la chiesa è piena di persone che predicano questo culto, vestendosi tutte di bianco.
Ingresso: libero





Se vuoi sapere come muoversi a Salvador, leggi qui.

Salvador de Bahia tra sacro e profano ultima modifica: 2015-04-16T10:00:23+00:00 da Idea Nomade
Posted on: 16/04/2015

Rispondi

Altro... Brasile
#53.Da Rio de Janeiro a Salvador (Olimpiadi e Avianca)

Questa volta, dopo esattamente 52 giorni di viaggio, ci aspetta nuovamente un bel aeroplanino. Abbiamo trovato una buona offerta sul...

Chiudi