La Paz, la città senza pace

La Paz non è solamente la capitale amministrativa della Bolivia, ma bensì una città con un clima decisamente rigido, soprattutto di notte e con un’altitudine da non sottovalutare, ben 3660 mslm.
La Paz inoltre è un sale e scendi di stradine acciottolate, con un traffico difficile da sopportare, microbus, automobili, camion, in aggiunta alle mille bancarelle sopra ai marciapiedi.
Un vero caos e come ci ha detto un tassista:” Qui non vige mai l’ordine, è una città senza pace!”.

Uno scorcio di La Paz, vista dal Teleferico
Uno scorcio di La Paz, vista dal Teleferico

Nonostante queste difficoltà, La Paz ha sicuramente qualcosa di affascinante: i suoi mercati, le case, una diversa dall’altra, le chiese, ma la cosa che più colpisce è la sua vista dall’alto, da togliere il fiato.
Infatti per godere della sua bellezza, si possono prendere le teleferiche, esistono tre diverse linee: la gialla, la più lunga e con il panorama più spettacolare, la rossa che collega La Paz con El Alto e la verde, la continuazione di quella gialla che collega la parte sud.
La teleferica è stata inaugurata nel 2014 ed è considerata la più alta al mondo, costruita innanzitutto per collegare la città con l’altra cittadina-quartiere El Alto, facilitando in questo modo la vita degli abitanti di queste zone. Ed è stato anche un modo per attirare i turisti.
Il costo del biglietto è di 3 BOB p/p per tratta, noi abbiamo scelto di salire sulla teleferica rossa, dalla stazione di Taypì, vicino al terminal dei bus e l’arrivo è vicino al mercato di El Alto, nella omonima stazione di Mercado 16 de Julio.




Ovviamente abbiamo deciso di passeggiare tra le bancarelle di questo tipico mercato Aymarà (il nome degli abitanti nativi della Bolivia), qui si può trovare di tutto: vestiti, frutta, verdura, pane, ma anche bancarelle con gli oggetti utili per le cerimonie religiose: feti di lama, candele, pietre colorate e le immancabili foglie di coca.
Abbiamo quindi deciso di camminare a piedi fino alla teleferica gialla, godendoci El Alto, un labirinto di vie con case di mattoni ancora da completare e piccoli negozi.
Questa cittadina, abitata da immigrati provenienti dai villaggi circostanti sta crescendo in modo vertiginoso, considerando anche il fatto che si trovi a ben 4061 metri sopra il livello del mare!

IMG_7643
“Mi Teleferico”, linea rossa
IMG_7669
La Paz, vista dal mirador della linea gialla del “Mi Teleferico”

Arrivati alla stazione di Qhana, alla teleferica gialla, siamo andati subito ad osservare “il mirador”, da qui si può godere di una meravigliosa vista di La Paz: case di mattoni rossi che si arrampicano sulle colline, stadi da calcio, grattacieli e le splendide cime innevate tra cui il monte Illimani!
La teleferica gialla, se la si percorre tutta, è molto lunga e collega la zona nord con quella sud ed è davvero incredibile sorvolare i tetti delle case e osservare le persone nei loro gesti quotidiani, la vista è ovviamente incredibile.

IMG_7689
Plaza Murillo, completamente invasa da piccioni
IMG_7688
Cattedrale di La Paz

Il centro cittadino si può girare a piedi, nonostante il traffico e il sali scendi delle strade.
Nella piazza principale, Plaza Murillo, si trova la Cattedrale, che sorge alla fine di un ripido pendio; il suo interno è caratterizzato da soffitti molto alti, spessi muri e bellissime vetrate.
Di fianco si trova il Palazzo Presidenziale e in mezzo alla piazza la statua del presidente Villarroel, del 1946.

Iglesia San Francisco
Iglesia San Francisco

L’altra piazza importante è la Plaza San Francisco, dove gli abitanti de La Paz si ritrovano a chiacchierare e dove si svolgono le principali manifestazioni, infatti la piazza è accanto alla via principale, Avveniva Montes.
La chiesa di San Francisco, che si affaccia sulla piazza è di stile spagnolo del 1500.

Mercato di Frutta e Verdura del Sabato e Domenica
Mercato di Frutta e Verdura del Sabato e Domenica

La Paz è famosa per i suoi mille mercati in giro per il centro cittadino. Uno dei più grandi e caratteristici è il Mercado Negro (il mercato nero), dove si può trovare di tutto: felpe di ogni marca rinnomata, scarpe, calze, ovviamente tutti prodotti taroccati!
In una zona, invece le bancarelle sono piene di oggetti elettronici o di ferramenta; un’altra zona è dedicata al cibo. Se cercate qualcosa di particolare, qui la troverete di sicuro.

IMG_7720
Oggetti vari per i cerimoniali
IMG_7661
Feti di Lama, da seppellire sotto la casa in costruzione

Un altro mercato molto particolare è quello della stregoneria, chiamato Mercado de Hechiceria, qui si trovano negozi o bancarelle che vendono rimedi popolari fatti di erbe naturali, o prodotti che servono a scacciare la mala suerte (la sfortuna).
Si trovano anche i feti di lama che vengono seppelliti sotto la pietra angolare della casa, quando la state costruendo, come offerta alla Pachamana.
Per noi, persone pratiche che vivono in una società occidentale, è davvero tutto assurdo ma molto interessante.

La Paz, la città senza pace ultima modifica: 2015-10-05T16:23:21+00:00 da Roberta
Posted on: 05/10/2015

Rispondi

Altro... Bolivia
In Bici sulla Carretera de la Muerte

Incominciamo col dire che è sicuramente una delle cose da fare se vi recate in Bolivia, più precisamente a La...

Chiudi