Mentre il 2014 arriva alla fine, io e mia moglie vorremmo ringraziare i nostri amici, i nostri famigliari e tutte le persone che ci seguono sui Social Network o sul nostro Blog per l’amore e il sostegno che abbiamo ricevuto questo anno!
L’anno che sta giungendo al termine, è stato molto particolare, perché dopo tanti anni a pensare e ripensare al nostro viaggio, questo 2014 è passato dalla teoria alla pratica, il nostro viaggio a lungo termine è diventato oltre che un semplice foglio di calcolo.

Capodanno

È stato comunque un anno pieno di emozioni, abbiamo sverginato il nostro terzo passaporto, ma è stato anche faticoso, abbiamo dovuto tirare notevolmente la cinghia dei pantaloni (e non solo in senso lato), per permetterci questa esperienza. Abbiamo realmente elemosinato su tutto o quasi, ci siamo preparati al meglio non solo per affrontare il nuovo anno, il 2015, ma anche per questa nuova avventura che ci aspetta.

IMG_0513

Luca. Se dobbiamo faro obbligatoriamente un bilancio, come si usa fare in questi casi, guardando indietro, il 2014 lo ricorderò per tanti motivi: dal Torino FC che ha conquistato un posto in Europa, ho creato un blog di viaggi partendo da zero, ma sopratutto ho mollato il mio lavoro dopo quasi sedici anni per realizzare il sogno che pensavo irraggiungibile: il giro del mondo senza limiti di tempo!

Roberta. Anche i miei bilanci sono stati abbastanza positivi: il mio asilo sopravvive alla crisi economica e alle varie difficoltà che ho dovuto affrontare, sono riuscita a estinguere i miei debiti con la banca (grazie anche alla mia socia), ho fatto uno splendido viaggio di nozze in Iran, si perché proprio quest’anno mi sono sposata con “l’uomo della mia vita!”.
Quello che mi aspetto dal nuovo anno sono tante emozioni: felicità, curiosità nel provare a vivere senza orari, senza una fissa dimora, ma solo tanti chilometri da masticare, panorami da vedere e tante parole da scrivere… la sensazione di sentirsi davvero liberi…

Adesso senza guardarsi indietro, ma invece guardando oltre, per spingere il cuore oltre gli ostacoli ecco i nostri buoni propositi per il 2015:

-lavorare di meno e vivere di più

-imparare lo spagnolo e l’inglese

-essere più ordinati e organizzati

-non perdere o rompere oggetti importanti durante il viaggio

-viaggiare e vedere il più possibile

-riuscire a spendere al meglio il nostro regalo più grande “il tempo”

-aprire la nostra mente a nuove culture

-credere di più in noi stessi e nelle nostre forze

-ispirare altre persone a fare il grande salto

-non uccidere Roberta durante una sua crisi

A tutti i viaggiatori, vagabondi e nomadi che si sono esposti sera dopo sera a lunghi voli, a lunghi viaggi in auto, a lunghe attese in nave, alla pioggia, al caldo torrido, alla mancanza di sonno, a tutti voi che eravate lì fuori, vi mandiamo i nostri più forti e sentiti auguri.

A voi che di un viaggio ne fate, la vostra più grande passione, vi auguriamo per il 2015, tanti tantissimi viaggi, non importa con chi, ma che il viaggio vi dia sempre la forza di cambiare!
Tenete duro.. ci rivedremo sulla strada.

 

More in Blog
Viaggiatori Anarchici

Portiamo avanti il testimone della ricerca interiore lungo percorsi indefiniti, siamo i seguaci della beat generation, considerati per certi versi...

Close