Santiago sin pecado

Santiago, capitale del Cile, è sicuramente una piacevole sorpresa: per i suoi splendidi edifici, per le montagne che la circondano e per i suoi moltissimi e interessanti musei.
A differenza delle altre capitali sudamericane, Santiago è una metropoli ordinata, pulita, con molte aree verdi e una metropolitana efficiente.

IMG_0111
Gran Torre di Santiago. L’edificio più alto del Sud America

Le persone, soprattutto i giovani, è come se volessero dimostrare di essere una città moderna, con la voglia di dimostrare al mondo di non essere più il paese che ospitò per ben 20 anni la dittatura di Pinochet.
Ogni quartiere ha una sua storia e presenta caratteristiche differenti, si possono trovare zone con grattacieli super moderni, accanto a case con architettura italiana o tedesca.
Ovviamente ci sono moltissime cose interessanti da visitare a Santiago, ecco una lista:

Museo della Memoria e dei Diritti Umani: questo interessante museo si trova nel vivace e storico quartiere Brazil. Il museo, con entrata gratuita, illustra con video storici e fotografie le atrocità della dittatura di Pinochet. Sicuramente uno dei video più toccanti è quello delle testimonianze dirette delle vittime di abusi da parte dei carabinieri e dell’esercito. In una sala si possono osservare le foto di alcune vittime della dittatura, circondate da candele, davvero toccante.
Ingresso libero.

IMG_9703
Museo della Memoria e dei Diritti Umani
IMG_0057
La ricca tomba di fiori di Violeta Parra
IMG_0065
Monumentale per morti e dispersi durante la dittatura

Cimitero: questo luogo di culto, posizionato vicino al centro cittadino, facilmente raggiungibile in metropolitana, conserva le reliquie degli ex presidenti cileni, come il mausoleo di Allende e Alessandri.
Inoltre proprio all’entrata si può osservare il monumento dedicato alle persone, morte o scomparse durante la dittatura di Pinochet.
Proseguendo sullo stesso viale, sul lato sinistro si trova la tomba della famosissima cantante Violeta Parra.
Ingresso libero.

Estadio Nacional: durante il golpe di Pinochet del 1973 l’Estadio Nacional de Chile venne usato come campo di concentramento. Al suo interno transitarono circa 40 000 prigionieri, tra il settembre ed il novembre di quell’anno. Il campo da gioco e la galleria furono utilizzati per tenere imprigionati gli uomini, mentre le donne furono relegate nella piscina, negli spogliatoi ed in altri edifici. Altri spogliatoi e i corridoi furono luoghi di tortura e di esecuzioni, mentre gli interrogatori venivano svolti nel velodromo.
Per entrare dentro al campo da gioco, bisogna chiedere il permesso alle guardie, ma con ogni probabilità non ci sarà nessun problema.

IMG_9646
Estadio Nacional del Chile, detto anche l’Elefante Bianco
IMG_9635
All’interno, sul lato destro della curva, recita uno slogan: “un popolo senza memoria è un popolo senza futuro”

Museo di Arte Contemporanea: si trova nello stesso palazzo del Museo delle Belle Arti e si possono ammirare varie opere di diversi artisti cileni e non, divisi per anni. È molto interessante ammirare le opere degli artisti durante la dittatura cilena,che esprimono, attraverso l’arte, il loro dissenso.
Ingresso libero.

IMG_9476
MAC di Santiago
IMG_0087
Funicolare al Cerro Cristobal
IMG_0092
Vista di Santiago dal Cerro Cristobal

Cerro di San Cristobal: questo splendido parco si trova in uno dei quartieri più interessanti di Santiago: il quartiere Bellavista.
In realtà il cerro non è un semplice parco ma una collina ai piedi del fiume Mapocho. Questo parco lo si raggiunge con la funicolare, o se siete più sportivi a piedi o in bicicletta. Si puo ammirare una spettacolare vista della citta, soprattutto se è una giornata di sole, passeggiare tra i sentieri e osservare i vari alberi e fiori del bosco.
Alla sommità si trova la statua della Vergine, alta ben 14 metri.
Ingresso libero, costo della funicolare: 1500 p/p in settimana di sola andata.

Costanera Center: è una struttura che comprende vari edifici tra questi il grattacielo più alto del Sud America: la Gran Torre Santiago alta 300 metri.
Sicuramente è un attrattiva da non perdere; questo grattacielo fu inaugurato nel 2015 e dalla cima si gode di una splendida vista di tutta la città.
Ingresso 5.000 CLP p/p

IMG_0126
In cima al grattacielo si trova un piccolo museo che illustra l’orgoglio cileno

Mercado Central: il mercato, che si trova nel centro, è un luogo assolutamente da non perdere, se volete trovare un po’ di autentica vita sudamericana in Santiago.
Il mercato del pesce è ricco di cozze enormi e svariate specie di pesce diverso. Consiglio di andare a mangiare in uno dei piccoli e malandati ristorantini che si trovano ai lati del mercato, sono buoni ed economici, non perdetevi il ceviche e il pescato fritto!

IMG_9680
Mercato del pesce

Centro Cittadino: la zona più antica della città, rappresenta il fulcro della vita di Santiago. Plaza de Arma, circondata da palme è dove si affaccia la Cattedrale.
Il Palazzo della Moneta è uno splendido edificio in stile neoclassico che ospita gli Uffici Presidenziali. L’edificio fu in parte distrutto dai bombardamenti durante il colpo di stato di Pinochet che uccise anche il Presidente Allende, in suo onore fu eretta una statua, davanti al palazzo, in Plaza de la Constitution.

IMG_9552
Palazzo La Moneda, bombardato durante il golpe.
IMG_9550
Statua di Salvador Allende
IMG_9589
Architettura europea del barrio Paris-Londres

Barrio Paris-Londres: questo piccolo quartiere che si trova vicino alla Chiesa di San Francesco, è davvero incantevole, grazie alle due strade acciottolate che si intersecano. I suoi edifici ricordano molto le case in stile europeo degli anni 20, da non perdere l’edificio Londres 38 dove si può osservare una targa che ricorda le persone torturate in questa casa, durante la dittatura di Pinochet.

Posted on: 11/11/2015

Rispondi

Altro... Cile
#251.Da San Pedro de Atacama a Santiago (Le ultime 24h)

Ci siamo, ci stiamo dirigendo verso la nostra ultima capitale sud americana: Santiago del Cile. Oggi stiamo per prendere il...

Chiudi