Che cosa fare a Copacabana e il Lago Titicaca

Le #2caprenelmondo sono sbarcate in Bolivia, la prima tappa è Copacabana e il lago Titicaca!
Questo immenso lago, che sembra più un mare, non è solo importante per il Perù ma è anche una risorsa necessaria per la Bolivia.
IMG_7449

Infatti arrivati a Copcabana, ci accorgiamo di quanti turisti vengono ad osservare questo spettacolo della natura: d’altronde è il lago navigabile più alto al mondo, infatti si trova a 3812 mslm ed è davvero immenso.

IMG_7455
Il Calvario

Copacabana è una cittadina molto tranquilla, con stradine acciottolate, piccole piazze e una bellissima Cattedrale bianca che spicca nella piazza centrale con le sue guglie e i colorati azulejos.
All’interno, sopra l’altare, si trova la statua della Vergine Candelaria.
Sicuramente la cosa più affascinante da vedere è la spiaggia di Copcabana; ovviamente non stiamo parlando della famosa spiaggia di Rio de Janeiro, ma i boliviani sono riusciti ad ottenere l’unica spiaggia pubblica che si affaccia proprio sul lago Titicaca.
Fa un certo effetto camminare su questa spiaggetta, dotata di tutti i comfort del mare: pedalò, sdrai, chioschi per mangiare e bere e perfino il biliardino!
Vi consiglio di ammirare il lago all’ora del tramonto, quando il sole scende direttamente nel lago, colorando il cielo di arancione.

IMG_7464
Cattedrale di Copacabana
IMG_7461
Pedalò a 4000 mslm

Dal piccolo porto di Copacabana partono le imbarcazioni per la famosa Isla del Sol. Si possono scegliere diverse escursioni, noi abbiamo scelto quella di un giorno, che tocca sia la zona nord che quella sud dell’isola. Altrimenti un’altra alternativa valida è comprare, tramite agenzie anche il pernottamento sull’isola, se veramente volete vedere interamente l’isola del Sol da Nord a Sud, solo così avrete più tempo.

Tutte le varie agenzie che si trovano nella via principale di Copacabana, avenida 6 de Agosto, ti propongono lo stesso pacchetto, cioè quello di un giorno, allo stesso prezzo, 30 BOB p/p, nel prezzo è incluso solo il trasporto di andata e ritorno.
Le imbarcazioni partono alle 8.30-8:35 e tornano a Copacabana alle 17:00-17.30, la velocità è veramente ridotta, inoltre la navigazione risulta molto, ma molto tranquilla!
Arrivati al molo nord dell’isola, più precisamente a Cha’llapampa, qui un isolano si proporrà come guida turistica, spetta a voi decidere se ingaggiarlo oppure no, ma sappiate che la guida si aspetterà una bella mancia di 10 BOB a persona.
Per visitare le rovine di Chincana dovrete pagare 10 BOB p/p, mentre per l’ingresso alla zona sud è previsto un’altro pagamento di 5 BOB p/p, se invece decidete di percorrere gli 8 Km a piedi tra nord e sud, dovrete pagare altri 15 BOB p/p.

IMG_7504
Spiaggia de Isla del Sol
IMG_7528
Rovine di Chincana, il tempio è anche definito un labirinto

L’Isla del Sol è molto importante per la cultura boliviana, infatti, secondo la loro tradizione, in questa isola sono nate molte divinità, tra cui appunto il sole.
Il suo nome antico era roccia di Puma, in realtà la guida ci ha spiegato che non è un puma, ma una specie di gatto, il nome Titicaca significa gatto di pietra in lingua aymarà.
L’isola è abitata da circa 2500 abitanti che parlano la lingua aymarà, simile al quechua e si dedicano principalmente all’agricoltura, pastorizia e ovviamente al turismo, che si è diffuso in questo ultimo periodo, sopratutto dopo il 2005.




La zona nord, chiamata Cha’llapampa, è dove si fermano quasi tutte le imbarcazioni, compresa la nostra. Per arrivare alle rovine si percorre una strada acciottolata per circa 45 minuti, godendo di un bellissimo paesaggio sul lago Titicaca, ma anche sulle piccole abitazioni degli abitanti locali. Mentre si cammina si può ammirare una spiaggia bianca e l’azzurro limpido del lago, ti sembra davvero di essere su un’isola dell’Egeo.
La prima cosa che si osserva, arrivati alle rovine è la Pietra, chiamata Titicaca, un’enorme masso di pietra in cui, secondo le teorie, svolge un ruolo sacro. La guida ci ha consigliato di toccarla per captare le energie positive. Il masso avrebbe la forma del gatto accovacciato, ma vi assicuro che ci vuole molta fantasia per vederlo.
Vicino si trova il Palacio dell’Inca, un vero labirinto di muri di pietra e porte, all’interno si trova un pozzo dove, secondo gli Inca, esce acqua sacra.
Finita la visita alle rovine, io e Luca, a causa del poco tempo rimasto, decidiamo di tornare al porto per riprendere la barca che ci porterà direttamente nella zona sud, altri ragazzi, più sportivi e atletici, decidono di incamminarsi per gli 8 km di sentiero che portano al molo sud.

IMG_7513
Roccia del gatto o puma che emana energia, se la tocchi
IMG_7531
Escalera Inca, da salire con malta calma, l’altitudine influisce e come!

La zona sud, chiamata Yumani, è dove si trovano gli alberghi e i ristoranti più di lusso. Anche qui si trovano altre rovine, noi però ci siamo limitati a salire solo la famosa Escalera Inca: ripidi scalini, circondati da un bellissimo giardino acquatico terrazzato.
La Isla del Sol sembra veramente un luogo magico, il nostro consiglio è se avete molto tempo, di trascorrerci almeno qualche notte.

Posted on: 04/10/2015

Rispondi

Altro... Bolivia, Che cosa vedere o fare a...
#224.Da Puno a Copacabana (Dal Perù alla Bolivia)

Sono le 6:00 del mattino, insieme a noi c'è un gruppo di argentini, (guarda caso tutti con chiare origini italiane: di...

Chiudi