RTW Ticket vs Viaggio Indipendente

Potrai fare il giro del mondo come meglio pensi: a piedi, in bici, in nave, saltellando sul piede destro con la mano sinistra legata al collo -ma a mio modesto parere- l’aereo rimane una valida ed efficace alternativa!
Per questo oggi ti spiego la differenza  tra i biglietti RTW ed i motivi per cui ho scelto il “viaggio indipendente…”

Che cos’ è il RTW?

Il Round The World Ticket (RTWT) è un biglietto solitamente della durata di  un anno (spesso di circa 10 mesi), che permette di fare il giro completo del mondo.

Sono a disposizione un massimo di 16 voli o un tot di miglia. Per giro del mondo si intende che bisogna obbligatoriamente attraversare una ed una sola volta sia l’Oceano Atlantico che l’Oceano Pacifico. I voli devo tendenzialmente essere tutti verso est o verso ovest e devono concludere  al paese di partenza, in poche parole non si può tornare indietro, ma si può solamente procedere in una sola direzione.

Il RTWT è sicuramente più costoso di un biglietto di andata e ritorno per l’angolo opposto della terra, ma se vogliamo fermarci in altri uno o due posti sicuramente già diventa conveniente. Il tutto va pianificato molto bene, l’RTW non è un prodotto che si compra in agenzia di viaggi, e lo stesso viaggio, cambiando pochi dettagli può costare molto meno o aggiungere molte cose goduriose allo stesso prezzo: il nostro primo suggerimento è di iniziare a lavorarci su con molti mesi di anticipo. Il costo varia a secondo del numero di destinazioni che si includono nell’itinerario di viaggio e la lunghezza di tratta.
Conosciutissimo nei paesi del nord Europa e del nord America, è ancora praticamente sconosciuto in Italia.

Dove si acquista?

Membri Star Alliance

Direttamente online attraverso le varie alleanze aeree. Le avrete sentite nominare, oppure avrete visto i loro loghi sui siti delle compagnie aeree: Skyteam, Star Alliance e OneWorld. Ognuna di queste vi offrirà un biglietto RTW che vale sugli aerei della propria alleanza.
Queste alleanze sono enormi, ma poiché una compagnia può essere membro soltanto di una, ci saranno continenti coperti meglio da un’alleanza piuttosto che da un’altra.
Anche le condizioni saranno differenti, ma tutto sommato molto simili…

Altri  metodi di acquisto RTW Ticket

Inoltre ci sono altri circuiti e accordi, minori rispetto alle 3 grandi alleanze, ma che possono portare a notevoli risparmi se si intende concentrare il viaggio in un paio di continenti. Ecco alcune agenzie specializzate:

StaTravel
Roundtheworldflight
AitTreks
Travel Nation

Costi

RTW Tickets

Come elencato in precedenza i costi possono variare dalla tipologia della alleanza scelta, dalle miglia percorse, dai segmenti di unione via terra tra un volo e l’altro e anche dalla classe del viaggio.I prezzi scendono notevolmente se avete la fortuna di risiedere a Londra, nel Nord America o anche in Australia, dove la pratica del “round the world” è più frequente.
Ecco alcuni esempi con partenza e arrivo dalle principali città italiane offerte dalle alleanze aeree:

1.MILANO-NEW YORK-VANCOUVER-LOS ANGELES-TOKYO-BEJING-MOSCA-MILANO  3550€, proposto da STAR ALLIANCE

2.ROMA-SAN PAOLO-LIMA-SAN FRANCISCO-HONOLULU-TAIPEI-INSTANBUL-ROMA  3650€, proposto da SKYTEAM

3.MILANO-B.AIRES-S. del CILE-AUCKLAND-SYDNEY-BANGKOK-LONDRA-MILANO 3400€, proposto da ONEWORLD
Adesso provate anche voi con lo strumento di prenotazione round-the-world offerto dalle varie alleanze a crearvi il vostro itinerario, è divertentissimo…!

Termini e condizioni

1.È possibile spostarsi all’interno di un continente a condizione che non si torni nella località di origine del viaggio.
2.Se si sceglie di viaggiare con un mezzo di trasporto di superficie tra due aeroporti(max 5 air non-stop), sul chilometraggio totale di volo verrà calcolata la distanza di volo più diretta tra il punto di provenienza e il punto di destinazione del settore di superficie.
3.Nel Paese di origine è consentito un solo scalo in ogni direzione. Questi vengono inclusi nel limite massimo di scali per ogni livello.
4.Non esistono requisiti minimi di soggiorno, con le seguenti eccezioni: per itinerari aventi origine in America del Nord (inclusi Caraibi, America Centrale e Panama) e America del Sud, il settore intercontinentale deve iniziare non prima di 10 giorni dopo l’inizio del viaggio nel primo settore intercontinentale.
5.Tutte le tappe del viaggio devono essere dichiarate al momento dell’acquisto, prima della partenza dal Paese di origine. È necessario ricevere il biglietto del primo volo internazionale (ed eventuali voli locali precedenti) almeno sette giorni prima della partenza del primo segmento di volo. La data di tutti i voli successivi, invece, può rimanere aperta (ovvero senza la conferma dei codici di volo né delle date), purché ciascun volo venga prenotato prima della partenza. In alcuni Paesi i biglietti possono essere prenotati o emessi fino a un’ora prima della partenza. Potrebbero essere applicate spese di servizio locali.




6.Il trasporto di passeggeri, bagagli e merci è soggetto alle condizioni di trasporto e alle normative delle relative compagnie aeree.
7.È consentita una sola partenza intercontinentale e un solo arrivo intercontinentale in ciascun continente. Si applicano eccezioni.
8.Il viaggio non può passare per il punto di provenienza iniziale. È permessa solo una partenza internazionale e un arrivo internazionale a/dalla nazione di provenienza.
9.Non si può effettuare un volo con la stessa combinazione di città o settori per più di una volta nella medesima direzione.
10. Attenzione alle cancellazioni e alle modifiche dell’itinerario, possono comportare anche le penali in alcuni casi.

Conclusioni

A mio modesto parere (non abbiamo mai viaggiato così), questa tipologia di biglietto è adatto a quelle persone che hanno intenzione di prendersi un periodo di riposo “anno sabbatico’’, oppure ai ragazzi che finiscono il periodo di studi e vogliono buttarsi all’avventura, prima di iniziare il percorso lavorativo.
I suoi PRO sono indubbiamente il prezzo, la possibilità di attraversare i continenti senza tanti biglietti aerei.
I suoi CONTRO sono indubbiamente i vincoli di tempo imposti dalle compagnie aeree e quindi la poca libertà a cambiamenti d’ itinerario.
Quest’ultimo motivo ha vincolato molto la nostra scelta finale sul giro del mondo in libertà, da viaggiatori del nuovo millennio, lo sconsigliamo a tutti quelli che si sentono nomadi come noi!

Posted on: 02/03/2014

6 thoughts on “RTW Ticket vs Viaggio Indipendente

    1. Si hai ragione Nina! Ma in alcuni casi può essere una soluzione, magari ai quei giovani che cercano un ottimo regalo di laurea!

  1. In effetti ci sono pro e contro però ci penso da un po’ di tempo e da blogger di viaggi l’idea di fare il giro del mondo ( anche se in una maniera particolare) mi affascina non poco….ho solo un po’ di dubbi sul partire da solo e su quale gruppo di compagnie scegliere….voi quale suggerite? 🙂

    1. Ciao Luca, se dovessi scegliere con quale compagnia fare il biglietto, sceglierei senza dubbio l’Alleanza One World, perchè copre meglio il Globo!
      Per quanto riguarda il partire da solo, non mi sembra una brutta scelta, perchè no?
      Se una cosa la vuoi fortemente non vedo quale sia il problema!

Rispondi

Altro... Blog
Che cos’è la Street Art?

L'origine della parola street art denominazione deriva dai mass media, che hanno portato all'attenzione di un vasto pubblico quella che...

Chiudi