100 cose che ho imparato nel giro del mondo

Dopo quasi due anni di viaggio senza mai tornare a casa, ecco le 100 cose che ho imparato nel giro del mondo zaino in spalla. 

E’ un articolo con riflessioni personali, soggettive, che non metterà mai d’accordo tutti, ma viaggiare è anche questo: aprire la mente a nuovi orizzonti. Viaggiare intorno al mondo è entusiasmante, proprio perché a differenza di una semplice vacanza di 2 o 3 settimane, ti da la possibilità di vedere tutte quelle piccole sfumature di cui prima non ti saresti mai accorto.
E’ una di quelle esperienze che ti può cambiare la vita, per questo motivo io la proporrei “obbligatoria”, per esempio dopo aver terminato la maturità, lo Stato ti dovrebbe mandare un anno in giro per il mondo (tutto pagato) e sostituire i 1o mesi del servizio militare, che a detta di molti (e anche da me) sono inutili e sono solamente tempo sprecato.

Brasile Scalinata di Rio
« 1 di 32 »

Ecco l’elenco stupido, banale e su certi aspetti ovvio (ma non per tutti), delle cose che ho imparato durante questi ultimi due anni, passati con lo zaino in spalla in giro per il mondo. Questo elenco, anche se numerato, non rappresenta nessuna classifica, (poteva benissimo essere più lungo, ma ho deciso di fermarmi a 100 per non essere pesante), le voci sono disposte in modo casuale, adesso leggetele e dopo sbizzarritevi coi commenti:

1.-L’orario più bello per osservare la popolazione locale è dalle 17:00 alle 19:00
2.-La cultura anglosassone è una rovina per il mondo intero
3.-I turisti francesi sono odiosi come i russi, gli israeliani e tutti gli anglosassoni
4.-I turisti cinesi sono fastidiosi, ma simpatici
5.-Non esistono più le stagioni, sembra una fase fatta, ma è vera!
6.-Se ho una stanza al 5° piano (9 volte su 10), l’ascensore è rotto!
7.-Le cubane e le birmane, insieme alle italiane e alle francesi sono le donne più belle del mondo
8.-I turisti che amo di più in viaggio sono gli svizzeri
9.-L’unica vera applicazione veramente utile in viaggio è il GPS
10.-Il “couchsurfing” è l’esperienza più umana che ho vissuto in questi 2 anni di viaggio
11.-Il calcio è lo sport più diffuso al mondo
12.-La maglia del Barcellona è quella che ho visto più utilizzata al mondo
13.-Le ananas crescono in terra
14.-I sigari cubani si respirano
15.-La Nutella e la Coca Cola si trovano veramente in ogni parte del mondo intero
16.-La cucina italiana è la migliore al mondo e su questo non ci sono dubbi!
17.-Il lime è adoperato di più del limone
18.-Il materiale contraffatto supera di gran lunga l’originale
19.-I boliviani e i vietnamiti sono i più razzisti
20.-I bambini cambogiani e filippini sono i più belli del mondo
21.-Il mango non ti delude mai
22.-Dare è più importante di ricevere
23.-Il riso e il pane si trovano praticamente in ogni continente
24.-Ancora oggi esistono le colonie
25.-Mangiare il riso con le bacchette o la forchetta è da masochisti quando hai a disposizione il cucchiaio
26.-Mangiare insetti non è una leggenda, le formiche sono buone…
27.-Le popolazioni di mare sono le più felici
28.-Le popolazioni di montagna sono più schive
29.-Essere disoccupati non è poi una brutta cosa
30.-Le risaie stanno al Sud Est Asiatico come i fast-food stanno agli USA
31.-Viaggiare in motocicletta ha molti aspetti positivi
32.-Viaggiare da soli è triste
33.-Il viaggiatore solitario è il peggiore che c’è, s’accolla sempre e scrocca di tutto
34.-Si vive bene anche senza televisione
35.-Il bollitore elettrico è l’invenzione migliore che potevano fare gli anglosassoni
36.-Le infradito sono più comode di quello che pensavo, vanno bene anche per fare trekking
37.-Se c’è il mare mia moglie è più brava
38.-L’Italia è l’unico paese dove tutti sanno tutto
39.-Gli italiani sono sempre i migliori politici, cuochi, calciatori, imprenditori, operai etc…
40.-L’unica vera droga che si trova in tutto il mondo è l’alcool
41.-Anche con la crema protettiva, mi brucio lo stesso
42.-Sorridere non costa nulla, ma quello finto è il più fastidioso
43.-Le parole “decoroso e indecoroso” sono le più brutte che potevamo inventare
44.-Facebook è il mezzo di comunicazione più utilizzato al mondo
45.-La maggior parte dei travel bloggers sono bugiardi
46.-La civiltà più antica è quella Aborigena, quella più moderna i Freak
47.-Quando cambio il denaro in viaggio, scelgo sempre il momento più sbagliato
48.-Gli argentini hanno la puzza sotto il naso
49.-Contrattare il prezzo è un’arte e noi (italiani) siamo artisti 
50.-Se c’è una persona che salta la coda o è indiano o è italiano
51.-Il mio zaino è sempre l’ultimo ad arrivare sia in aereo che in barca
52.-Il coltello non serve per mangiare, bastano le mani
53.-I cinesi sono i nuovi capitalisti
54.-Il governo cinese non ama i viaggiatori zaino in spalla
55.-I laotiani sono la fotocopia dei francesi
56.-Purtroppo esistono ancora i razzisti
57.-I kiwi sono un popolo pioneristico
58.-Le frontiere sono belle solo quando le attraversi, prima sono inutili e dannose
59.-La religione nuoce gravemente a chi ci crede
60.-In Australia gli artisti di strada devono pagare una tassa
61.-Per fare il giro del mondo servono tanti soldi e tanto spirito di adattamento
62.-Non esiste nessuna differenza tra viaggiatore e turista
63.-Le tribù indigene non esistono più se non nei depliant dei tour operator
64.-Che si viaggi in aereo o a piedi è pur sempre viaggiare
65.-La “maradonita” (credere in Maradona) esiste davvero
66.-Protestare è un diritto e dovere
67.-Nel mondo non tutte le persone hanno l’acqua corrente o l’energia elettrica
68.-Se lo zaino si rompe, si rompe sempre nel primo giorno di viaggio e mai all’ultimo
69.-Camminare scalzi in Nuova Zelanda non è leggenda
70.-Possedere un passeggino è un lusso di pochi
71.-Il cibo indiano fa veramente bruciare il culo
72.-La vendetta Inca esiste davvero, basta contare quante persone stanno male dopo aver mangiato in Perù
73.-La Domenica non è uguale per tutti
74.-Il tango è il ballo più sensuale che conosco
75.-In politica la sinistra e la destra sono la stessa merda
76.-La frutta più buona è quella brasiliana
77.-Se rinasco voglio essere un koala
78.-Cambiare vita non è poi così difficile
79.-La benzina più cara al mondo è quella italiana
80.-Ritornare alla normalità dopo il giro del mondo è più difficile del previsto
81.-Se vuoi veramente dimagrire, l’unica soluzione è viaggiare per 6 mesi in India
82.-Bisogna vivere la giornata come se fosse sempre la prima e non l’ultima
83.-I “giorni della marmotta” esistono veramente non sono leggenda
84.-L’acqua di cocco, mi fa venire la cacarella
85.-L’amore si vede quando una persona è in difficoltà
86.-Fare il giro del mondo ti permette di avere amici nuovi in ogni parte del globo
87.-La globalizzazione ci sta uccidendo
88.-Gli uomini carretto esistono ancora
89.-La lebbra esiste ancora
90.-Beccarsi la leishmaniosi non è poi così difficile quando si viaggia per tanto tempo
91.-Viaggiare in treno non mi piace
92.-Hong Kong è claustrofobica
93.-I thailandesi non urlano mai
94.-Dire grazie è un dovere
95.-Sapere l’inglese per viaggiare è utile, ma non indispensabile
96.-Dove c’è rum c’è un cubano
97.-Un qualsiasi venditore di artigiano locale (collane, orecchini e amuleti) in giro per il mondo è quasi sicuramente di Mendoza (Argentina)
98.-La musica asiatica in confronto a quella sud americana è una lagna
99.-La pensione non la vedrò mai
100.-Alla fine “tutto” è questione di tempo…




Posted on: 03/02/2017

7 thoughts on “100 cose che ho imparato nel giro del mondo

  1. Su qualcuna mi trovi d’accordo anche se io ho girato un po’ il mondo, ma al massimo 20-25 ogni paese e dopo rientravo a casa

  2. Ah ah, fantastica questa lista! Sono d’accordissimo su quello che dici sull’obbligo di mettersi in viaggio appena dopo la maturità: è una cosa che dico sempre anche io! Così addio mammoni de noialtri!

  3. Ciao Luchetto!!!
    Mi hai fatto divertire e sono d’accordo con molti dei tuoi punti, alcuni non li ho potuti sperimentare.
    Sono crepato quando hai parlato di Mendoza (aggiungerei Cordoba), è incredibilmente vero.
    Quello che mi ha colpito più di tutti, e che riassume un po’ quella che per me è una delle poche verità assolute della vita, è il punto 78. Cambiare vita è davvero una cosa non tanto difficile quanto si creda.
    Eccellente punto di vista, per me, anche il punto 68.
    Da viaggiatore spesso solitario, non concordo con il 33, non mi ci rispecchio.
    Ti abbraccio forte e spero di rivederti presto!
    Paolo

Rispondi

Altro... Blog
TOP 5 Sud Est Asia

La TOP 5 Sud Est Asia, vuole essere un riconoscimento personale che facciamo a questa splendida aerea geografica, che sa sempre...

Chiudi